Agorà
 

Reggio, Piano spiaggia: completato il ciclo degli incontri partecipativi

Dopo Catona e Pellaro, si è completato il percorso degli incontri partecipati sul Piano spiaggia con l'iniziativa che, nel pomeriggio di martedì, è stata dedicata al masterplan dell'area centrale cittadina (tra Pentimele e Parco Lineare sud).

Un ciclo di eventi (sei in tutto) che ha stimolato, accolto e ratificato le istanze ed i contributi di associazioni, comitati, imprenditori o singoli cittadini su quello che è destinato a divenire, ha ricordato l'assessora alla Pianificazione urbana, Mariangela Cama, "strumento fondamentale del recupero del rapporto della città con il mare".

Assieme al Piano Strutturale Comunale, infatti, il piano spiaggia - si legge in un comunicato stampa dell'amministrazione comunale - diventa "elemento fondamentale di completamento degli indirizzi di sviluppo della città all'interno di una visione finalmente organica ed armoniosa".

Un grande lavoro di squadra che ha visto protagonisti, tra gli altri, anche i tecnici che hanno operato, con i loro contributi significativi, in una virtuosa sinergia con il Comune.

Il progettista Paolo Malara, quindi, ha tracciato il profilo degli interventi previsti nella zona del Centro, facendo emergere l'aspetto della varietà e della diversificazione; "indirizzi - ha detto - che si tramuteranno in servizi e daranno finalmente giustizia, spazio e dignità alle molteplici esigenze di tutta la popolazione".

Un recupero sistemico di tutto il litorale, dunque, con una forte caratterizzazione ecologica che coniugherà sport, cultura e attività marinare per ricucire definitivamente la città al "suo" mare.

Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha concluso l'incontro facendo il punto sullo stato dell'arte dei lavori che interesseranno l'area (ad un mese dall'inaugurazione del Waterfront) restituendo, con forza, "l'idea di un parco urbano che nasce e si sviluppa con princìpi di rigenerazione degli spazi, condivisione della governance locale e programmazione intelligente di nuovi luoghi; quindi di nuove opportunità di crescita sociale, culturale ed economica".

Sono andati a gara i lavori di completamento del Parco Lineare Sud (dopo un'interdittiva che ha interessato la ditta precedente), ma ripartiranno anche quelli del Ponte sul Calopinace.

Non possono mancare all'appello anche le importanti opere di riqualificazione dell'area del Tempietto (anche quelli a breve mandati a gara), del quartiere Candeloro (per il quale sono stati ottenuti importanti fondi per l sua rigenerazione), la tanto attesa realizzazione del "Museo del mare" di Zaha Hadid nonché il completamento e la riapertura dell'Arena Lido dove è già iniziata la bonifica dell'area per l'avvio definitivo dei cantiere.
Una riflessione a sé, infine, il sindaco Falcomatà l'ha dedicata al Lido Comunale: "Per noi una ferita alla memoria e al cuore dei nostri sentimenti di reggini; avremo ancora un'estate di sofferenza ma, in questa fase, finalmente, si lavora ad una programmazione in sinergia con la Sovrintendenza che ridisegnerà il Lido anche alla luce di questo nuovo e recuperato rapporto con il mare".
Il primo cittadino si è soffermato, poi, sulla questione della qualità delle acque parlando di depurazione e degli interventi in programma; iniziative che si aggiungono a quelle già realizzate, ad esempio, sul torrente Caserta per separare le acque bianche da quelle nere e ad altri che hanno già prodotto un tangibile risultato nel miglioramento della balneabilità come emerso dalle ultime analisi dell'Arpacal.

Rientrerà in funzione un depuratore in zona piazza della Pace e si lavorerà su due importanti scarichi al Parco Lineare sud, ma con l'idea di fondo di mettere la città intera nella condizione di poter godere non solo di un nuovo e rigenerato litorale ma anche della salute delle sue acque.

Un piano spiaggia, dunque, che ora passerà al vaglio delle valutazioni di impatto ambientale, sulle quali si esprimerà la Regione, per la definitiva approvazione.