Agorà
 

Reggio, l’Accademia di Belle Arti incontra il duo internazionale di street-art StenLex

"L'arte è messa in opera della verità" è il presupposto di partenza di un ciclo di incontri intitolato Incontri con l'artista; C'era una volta in una stanza l'arte, il predicato riflesso e il suffisso post, organizzato dall'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, in modalità on-line. La missione degli incontri è quella di avvicinare lo studente alla scena artistica internazionale, consentendo di approfondire lo statuto dell'arte attuale attraverso un dialogo e un confronto diretto con artisti che operano in ambito contemporaneo.
Gli artisti invitati a dialogare il prossimo 7 maggio 2021 è il duo internazionale di street-art, StenLex. L'evento presenziato da Direttore, Prof.ssa Maria Daniela Maisano, è curato dal Prof. Marcello Francolini, della cattedra di Storia dell'Arte Contemporanea.

Una pratica artistica, quella di StenLex, che rimescola e rinnova la responsabilità del dipingere nello spazio urbano della città. All'immediatezza dello spray sostituiscono la progettualità dello stencil. Un'immagine stencil è un doppio processo: da un lato garantisce una maggiore definizione dell'idea, dall'altro una maggiore sintesi formale che renda quanto più esplicita l'idea stessa. Dall'altronde il celebre Banksy negli stessi anni dimostra una nuova possibilità concettuale dell'arte urbana proprio attraverso tale tecnica. Proprio Banksy inviterà nel 2008, StenLex, a partecipare al Cans Festival a Londra assieme ad un gruppo di artisti specializzati nello "Stencil Graffiti". Di li a poco diventano i pionieri dello stencil poster. Lo Stencil Poster consiste nell'incollare un poster a parete come fosse carta da parati, ritagliarlo per farne una matrice, dipingerlo e infine lasciare che gli agenti atmosferici, sostituendosi agli artisti, rivelino l'opera finale distruggendo la matrice di carta e facendo emergere il dipinto sottostante.

Gli enormi ritratti di volti per lo più sconosciuti e le fitte trame astratte di Sten Lex hanno fatto il giro del mondo sui muri di Parigi, New York, Londra, Shangai, Barcellona, Città del Messico, Madrid e Roma. Le loro opere gigantesche sono state prodotte per alcuni dei più importanti festival a livello internazionale come il Nuart Festival di Stavanger in Norvegia (2008, 2010), il Living Walls di Atlanta negli USA (2012), il Katowice Street Art Festival in Polonia (2013), il Palma festival a Caen in Francia (2019) e molti altri.

Saranno previsti in tutto cinque appuntamenti (Novembre-Giugno) in modalità online su piattaforma Classroom al codice: wqh63af. Sono rivolti agli studenti dell'Accademia, ma anche aperti a persone esterne.