Vibo Valentia
 

Bonus spesa, l’avviso del Comune di Vibo Valentia per gli esercizi commerciali convenzionati

In relazione ai requisiti richiesti alle attività commerciali per la stipula della convenzione per i buoni spesa, si precisa quanto segue.

1) Ai fini della liquidazione non sarà richiesto al negoziante, il DURC in quanto gli esercizi commerciali non sono appaltatori, ma soggetti che vengono accreditati come materiali erogatori del contributo in natura, cioè la spesa o i generi di prima necessità. Sono i cittadini ad essere, dunque, destinatari del contributo, per come indicato nell'ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020 che prevede la deroga agli adempimenti di cui al D.Lgs. 50/2016 "Codice degli Appalti".

2) Gli operatori commerciali, potranno non emettere fattura nei confronti del Comune, ma una semplice nota di addebito esclusa dal campo di applicazione dell'IVA, contenente il numero dei buoni ricevuti dai cittadini beneficiari, come specificato dalla Circolare n. 13/E del 2 luglio 2018 dell'Agenzia delle Entrate e dalla FAQ n. 45 del 21 dicembre 2018 della stessa Agenzia. In sostanza, ai fini fiscali, la transazione avviene tra l'operatore commerciale e il beneficiario del buono spesa, nei confronti del quale dovrà essere rilasciato lo scontrino. Si ricorda che i buoni spesa dovranno essere allegati in originale alla nota di addebito.
3) Si precisa che il saldo delle spettanze ai negozi, sarà effettuato nell'immediato in quanto il Comune è già in possesso delle somme necessarie.

Lo comunica il Comune di Vibo Valentia.