Vibo Valentia
 

Vibo: la stretta della Polizia Municipale

Dopo un'ampia campagna di sensibilizzazione fortemente voluta dal Sindaco Maria Limardo fin già dal suo insediamento, mirata alla pulizia e decoro del territorio comunale, si è passati ora all'attività repressiva a danno di tutti coloro i quali, possessori di terreni incolti, non hanno provveduto, nonostante formali avvisi, al loro decespugliamento finalizzato alla eliminazione di ogni inconveniente igienico che ne possa derivare col mantenimento in essere della condizione attuale.

L'attività posta in essere, ha visto notificare oltre 20 verbali, e altrettanti sono già in fase di istruttoria, con l'applicazione di una sanzione amministrativa che va da € 250,00 a € 1.000,00 (p.m.r. € 333,33) a carico di tutti quei soggetti possessori di suoli che non hanno provveduto alla loro pulitura.

L'Amministrazione dal canto suo si è già adoperata, e sta continuando, attraverso interventi oculati e con non pochi sforzi, per la pulizia di quanto di proprietà comunale; in particolare, interventi radicali si stanno effettuando su marciapiedi, aiuole, margini stradali e su tutto il verde pubblico nella speranza di stimolare ogni privato cittadino affinchè adegui ogni sua proprietà alle condizioni minime di vivibilità;

La particolare attenzione sulla pulizia e decoro intrapresa da questa Amministrazione, si concentra anche sulle affissioni abusive. Anche in tal senso si è mosso il Corpo di Polizia Municipale, su specifiche direttive della stessa Amministrazione: circa 15 sono i verbali notificati per affissioni abusive che riguardano sia manifesti pubblicitari o di eventi in genere e sia affissione di manifesti funebri fuori dagli spazi consentiti oltre ad ulteriori 15 che riguardano la pubblicità abusiva in genere.

Con maggiore incisività si è operato anche nel settore dell'occupazione del suolo pubblico effettuato con pedane, ponteggi, fioriere e finanche banchi di vendita sia perché occupato abusivamente e sia perché in maniera difforme a quanto autorizzato; i risultati hanno registrato la contestazione di oltre 20 verbali a carico dei responsabili che hanno interessato anche il commercio ambulante abusivo nel territorio comunale.

Ulteriore attività repressiva in corso riguarda la rimozione di veicoli in stato di abbandono e/o prive di copertura assicurativa parcate su aree pubbliche o aperte al pubblico. Negli ultimi giorni il Corpo di Polizia Municipale ha provveduto alla rimozione con sequestro, preventivo alla confisca, di 6 veicoli perchè prive di copertura assicurativa, e, alcune delle quali, ricoperte di sterpaglie al punto di non consentire la pulizia della strada. Medesima proceduta è stata adottata nei confronti di una vela pubblicitaria in stazionamento su suolo pubblico anch'essa priva di copertura assicurativa e utilizzata a scopo pubblicitario.

Ai controlli dalla Polizia Municipale, non sono sfuggiti nemmeno i cosiddetti "lordazzi" che, nonostante i tentativi di sensibilizzazione e gli sforzi che questa Amministrazione sta operando, continuano ad abbandonare rifiuti sul suolo pubblico contravvenendo sia alle norme previste dal regolamento per la gestione dei rifiuti e sia in particolare all'ordinanza sindacale n. 1/2019 che vieta l'utilizzo dei sacchi neri per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati. Al momento sono circa 10 le persone sanzionate con numero destinato purtroppo ad aumentare per l'amara constatazione che l'inciviltà prevale sul buon senso.

L'attività repressiva continuerà a seguirsi, oltre che nelle direzioni sopra elencate, anche sull'abbandono di rifiuti da parte di incivili attraverso appostamenti mirati da parte di personale del Corpo di P.M., anche in abiti civili, installazione di sistemi di video sorveglianza e anche attraverso l'utilizzo di immagini reperite da telecamere già installate da privati che, negli ultimi periodo sono diventati numerosi e collaborativi.

Saranno attenzionati anche i possessori/portatori di cani, sia in relazione all'iscrizione all'anagrafe canina, per il cui reato sono state applicate tre sanzioni, e sia in relazione alla mancata raccolta degli escrementi.

Da ultimo ma solo in ordine di tempo e non per ultimo, nell'ambito dell'attività di controllo dei mercati settimanali, una pattuglia della Polizia municipale composta da Antonio Gatto e Massimo Di Renzo, è riuscita ad individuare una banda di borseggiatrici ed a fermare una delle ladre in opera in piazza Spogliatore nella giornata del 10 agosto scorso. Ai due vigili in servizio componenti della pattuglia il Sindaco Limardo ha rivolto un particolare ringraziamento encomiandoli.

L'attività di controllo del territorio secondo le direttive del Sindaco e pur con le limitate risorse di mezzi e uomini, continua grazie al lavoro incessante della nostra Polizia municipale.