Vibo Valentia
 

Messa in sicurezza della galleria sita a Tropea lungo la strada provinciale. Il presidente Solano e il consigliere Vasinton assicurano che “i lavori saranno avviati nel prossimo mese di Aprile”

«I lavori di messa in sicurezza della galleria prospiciente Tropea, sita lungo la strada provinciale n.19 (ex SS 522), saranno avviati nel prossimo mese di aprile». Queste le rassicurazioni che il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, e il consigliere provinciale, Daniele Vasinton, hanno inteso trasmettere ai cittadini, dopo aver ulteriormente approfondito tale problematica assieme ai tecnici del settore Viabilità dell'Ente e alla ditta che dovrà espletare i lavori.

«Siamo riusciti a recuperare le somme per effettuare tali lavori in tempi record - ha evidenziato il presidente Solano. Inoltre, avendo riscontrato, di recente, la necessità di intervenire il prima possibile all'interno della galleria - in considerazione delle condizioni di visibilità ormai giunte a livelli minimi di sicurezza - ci siamo prontamente adoperati affinché l'avvio dei lavori venga anticipato al prossimo mese di Aprile».

Soddisfatto per la riduzione dei tempi previsti per la messa in sicurezza della galleria si è detto il consigliere Vasinton che - in merito all'articolo pubblicato al riguardo dal Quotidiano del Sud - ha ritenuto opportuno precisare che «l'avvio dei lavori per il ripristino dell'impianto di illuminazione della galleria non era previsto a Febbraio, come riportato nell'articolo, ma bensì a Maggio». Il consigliere provinciale si è, quindi, espresso riguardo la situazione complessiva in cui versano le arterie stradali provinciali che collegano Tropea alle più importanti località del Vibonese. «Assieme al presidente Solano stiamo lavorando affinché Tropea, capitale del turismo calabrese, abbia un sistema viario sicuro e consono al ruolo di primo piano che riveste nel panorama turistico mondiale. Com'è risaputo, siamo costretti ad operare tra tante difficoltà, pesanti e già preesistenti. Difficoltà aggravate dal noto stato di default economico-finanziario in cui versa l'Ente. Malgrado ciò, comunque, - ha sottolineato Vasinton - stiamo già dando ai cittadini le prime risposte concrete in termini di risoluzioni dei problemi che bloccano lo sviluppo di una realtà provinciale dalle grandi potenzialità».