Vibo Valentia
 

"Lybra": tre condanne in Cassazione

Corte Cassazione500La Corte di Cassazione ha confermato due condanne e ridotto la pena di due mesi ad un terzo imputato, tutti coinvolti nell'operazione antimafia denominata "Lybra" con la quale nel maggio del 2013 la Dda di Catanzaro ha colpito il clan Tripodi di Portosalvo e Vibo Marina. Il troncone principale dell'operazione si e' svolto con rito abbreviato ed ha sancito per la prima volta l'esistenza della cosca Tripodi quale associazione mafiosa operante nelle frazioni marine di Vibo Valentia.

Nel troncone in ordinario sono stati ora condannati per usura ed estorsione Francesco Comerci a 3 anni e 6 mesi, Daniele Marturano a 5 anni, mentre per Roberto La Gamba la pena e' stata rideterminata da due anni in un anno ed 8 mesi. Riconosciuto il risarcimento del danno - da liquidarsi in separata sede - nei confronti dell'imprenditore Franco Famigliolo, vittima di usura e costituitosi parte civile nel processo con l'avvocato Caterina De Luca. L'operazione "Lybra", condotta sul campo dai carabinieri, aveva permesso di svelare l'ingerenza del clan Tripodi anche sugli appalti del post alluvione che nel luglio del 2006 hanno prodotto a Vibo Marina danni per milioni di euro. (AGI)