Vibo Valentia
 

Tutto pronto a Capo Vaticano per il Premio "Giuseppe Berto"

Tutto pronto a Capo Vaticano, nel Vibonese, per la XXVI edizione del premio dedicato allo scomparso scrittore Giuseppe Berto che sin dalla fine degli anni '50 decise di passare gran tempo del suo tempo a Ricadi nel cui cimitero e' stato sepolto nel 1978. Il premio, che viene assegnato ad anni alterni tra Mogliano Veneto (dove Berto e' nato) e Capo Vaticano intende mettere in risalto figure di autori letterari che hanno dimostrato maturita' espressiva sin dalla loro opera prima. Il premio e' stato assegnato negli anni, ad autori di rilievo quali, tra gli altri, Paola Capriolo, Paolo Maurensig, Francesco Piccolo, Luca Doninelli.

Alla premiazione, sabato prossimo, saranno presenti la figlia dello scrittore scomparso, Antonia Berto, il sindaco di Ricadi Giulia Russo, e l'assessore alla cultura di Mogliano Veneto Ferdinando Minello. Per l'occasione Andrea Paolo Massara, responsabile dell'associazione teatrale "Avvistamenti" nonche' regista della serata, ha organizzato un reading delle opere di Giuseppe Berto con gli attori Alessandro Cosentini e Jo Lattari che interpreteranno brani tratti da Il Male Oscuro e Anonimo Veneziano. Le letture saranno accompagnate dal musicista Massimo Garritano. La giuria presieduta da Antonio D'Orrico, critico letterario del Corriere della Sera, presentera' quindi i libri della cinquina dei finalisti e annuncera' il vincitore del premio per il miglior esordio letterario dell'anno in corso. (AGI)