Vibo Valentia
 

Nascondevano armi, droga e oggetti per i riti della ‘ndrangheta nel Vibonese, arrestati due giovani

carabinieri090318I carabinieri della stazioni di Nicotera Marina, Nicotera, Limbadi, Joppolo e con l'aiuto dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria con sede a Vibo Valentia, hanno tratto in arresto Domenico e Salvatore Piccolo, 26 anni e 23 anni, entrambi di Nicotera.

Le accuse sono detenzione illegale di armi da fuoco e detenzione illegale di stupefacenti finalizzata allo spaccio nel Vibonese. I due giovani sono stati tratti in arresto e si trovano ora a disposizione della magistratura di Vibo Valentia.

Nella casa di Domenico Piccolo, ucciso nel febbraio 2011 dal figlio minorenne, i carabinieri hanno trovato nella disponibilità di Domenico e Salvatore Piccolo (nipoti della vittima) una pistola, un fucile, entrambi con matricola abrasa, 90 cartucce, un passamontagna, due giubbotti anti-proiettili, 282 grammi di marijuana, 20 grammi di cocaina, tre bilancini di precisione nonchè vario materiale per il confezionamento.

I militari dell'Arma in una casa hanno anche trovato alcuni appunti usati per i rituali di affiliazione alla 'ndrangheta.