Vibo Valentia
 

Cessaniti (VV), nuovo presidio del centro Antiviolenza “Le Foglie di Dafne”

« Da oggi 11/10/2017 il Centro Antiviolenza " le Foglie di Dafne" apre un nuovo e ulteriore presidio nella nostra provincia, presso i locali del Comune di Cessaniti la cui amministrazione dimostra così la sua sensibilità al problema della violenza di genere.Vogliamo sottolineare come l'apertura di uno Sportello Antiviolenza non sia meramente un'occasione o episodio formale, ma un segnale forte di presa di posizione di fronte al problema dell'abuso e della violenza e di adesione ai principi che sostengono l'idea e l'azione dei centri antiviolenza.

Ogni istituzione ( comunale,provinciale sanitaria...) che ci accolga, dimostra e comunica al territorio il suo convinto dissenso alla violenza di genere e ad ogni tipo di violenza ed il suo impegno a combatterla, ottemperando alle leggi dello Stato. Siamo convinte che questo abbia certamente una ricaduta positiva sul territorio, indebolendo la cultura e la mentalità della violenza, della prevaricazione e del pregiudizio; infatti questa presa di posizione lavora in sinergia con i fondamenti del nostro impegno di Centro, che per scelta, lasciando fuori manifestazioni ed incontri politici e pubblici fini a se stessi, si adopera in maniera concreta e presente con un lavoro quotidiano nella nostra provincia, attraverso i presidi e sportelli di ascolto attivi (ASP Moderata Durant Vibo Valentia il martedì dalle 10:00 alle 12:30 ed il giovedì dalle 15:00 alle 17:30 – Valentianum Sportello della Legalità il lunedì dalle 9:30 alle 11:30 ed il mercoledì dalle 15:00 alle 17:00 – Centro Sociale Comune di Zambrone) , gli interventi culturali nelle scuole di ogni ordine e grado, il nostro telefono di emergenza e informazione attivo H 24 (3807478405).

Desideriamo, chiudendo, ringraziare il Sindaco Dott. Francesco Mazzeo e tutta l'amministrazione comunale per l'accoglienza che porterà certamente un valore aggiunto a questo territorio, annotando a margine che purtroppo spesso non abbiamo trovato tra le istituzioni la stessa disponibilità, cosa che ci ha convinte di quanto ancora sia lungo ed impegnativo il cammino verso una cultura della parità e del rispetto. » Lo scrive il centro Antiviolenza « Le Foglie di Dafne » in una nota.