Vibo Valentia
 

Carabinieri si fingono operai e arrestano tre presunti affiliati alle cosche del Vibonese che li minacciavano

manette carabinieriI carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Vibo Valentia hanno arrestato a Filogaso tre persone con l'accusa di tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose. Si tratta di Francesco Cracolici, di 41 anni, bracciante agricolo, Renato Cracolici (37), pastore, e Onofrio Arcella (30), allevatore, tutti già noti alle forze dell'ordine e ritenuti dagli investigatori affiliati a cosche della 'ndrangheta. I carabinieri, camuffati da operai, stavano lavorando nel parco eolico fotovoltaico di Filogaso quando sono stati avvicinati da tre persone che, con minacce di morte di natura 'ndraghetistica, volevano costringerli ad allontanarsi dalla zona interrompendo i lavori. I tre, invece, sono stati arrestati e portati in carcere a Vibo Valentia. Gli investigatori non hanno fornito ulteriori particolari ma non è da escludere che l'operazione rientri in una indagine su una tentata estorsione ai danni dell'impresa che lavora nel parco eolico.