Reggio Calabria
 

Elezioni, chi duellerà con Falcomatà? Il centrodestra ripensa a due nomi...

falcomataspalledi Pasquale Romano - La quiete prima della tempesta. Dopo mesi di silenzio assoluto, con l'attenzione giustamente concentrata sull'emergenza Covid-19, i motori delle prossime elezioni amministrative si iniziano a scaldare. Anche Reggio Calabria tra i comuni che eleggeranno il nuovo sindaco nei prossimi mesi, ma quando si vota? L'imbuto delle date inizia a stringersi (LEGGI QUI), la scelta dovrebbe ricadere su domenica 6 o domenica 13 settembre.

Si attende un sussulto da Palazzo Chigi, attualmente nel caos considerate le spinte opposte e contrarie che giungono dalle diverse forze politiche e dai Governatori delle Regioni che si presenteranno alle urne. La certezza è che il voto sul decreto elezioni è stato rinviato all'8 giugno, per quella data sarà obbligatorio da parte del Governo avere le idee chiare e una data in tasca.

Chi sarà il principale contendente di Giuseppe Falcomatà alla poltrona di sindaco di Reggio Calabria? Anche in questo caso la clessidra si sta svuotando. Il centrodestra, dopo aver temporeggiato per lunghi tratti replicando l'empasse alle regionali che portò infine alla candidatura di Jole Santelli, ha fatto finalmente partire le manovre decisive.

Numerosi i nomi apparsi come rumors o indiscrezioni, massimo riserbo invece dai piani alti, seppur da tempo vanno avanti confronti e dialoghi per capire su quale nominativo far cadere la scelta. Tra i condomini dei piani alti c'è sicuramente Francesco Cannizzaro, deputato di Forza Italia che proprio dall'elezione di Jole Santelli (e dai successivi guai interni accusati da Fratelli d'Italia in riva allo Stretto) ha acquisito ancora più forza e potere all'interno della coalizione.

"Il candidato sindaco di Reggio Calabria del centrodestra lo sceglierà Fratelli d'Italia", aveva sentenziato Giorgia Meloni prima dei problemi giudiziari del suo partito che hanno decisamente cambiato le carte in tavola. Tavolo al quale rimangono ancorati soprattutto Forza Italia (con Cannizzaro a tessere le fila) e la Lega di Salvini.

Complicato ma non impossibile trovare l'intesa tra i due partiti, puntare su un nome che metta d'accordo l'intera coalizione e dia buone chance di successo nella partita contro Falcomatà. Stando alle ultime indiscrezioni, il centrodestra reggino punterà su una figura femminile per contrastare la rielezione dell'attuale primo cittadino.

Non si tratta di giocare a "Indovina chi?" anche se la sensazione è simile. Come in un deja-vù, rispuntano due nomi già apparsi nel recente passato come possibili candidati del centrodestra. Secondo quanto raccolto da Il Dispaccio, sono ancora dentro la partita sia Angela Marcianò (piombata in un silenzio assordante negli ultimi mesi) che il dirigente scolastico Giuseppina Princi, rispetto alla Marcianò maggiormente gradita a Cannizzaro ma decisamente più restia a scendere in campo.

Per il momento si tratta soltanto di ipotesi, del resto sia Marcianò che Princi hanno avuto alti e bassi nella 'hit-parade' delle candidature della coalizione. La certezza è legata al fatto che il tempo sta per scadere. Una volta ufficializzata da parte del Governo la data delle elezioni amministrative, il centrodestra ufficializzerà la propria scelta quale candidato sindaco di Reggio Calabria.