Coronavirus, il sindaco di Motta San Giovanni, Verduci: "Andare avanti con lucidità"

"Siamo vicini alla famiglia sottoposta a quarantena obbligatoria a seguito della positività al Covid-19 riscontrata in capo al soggetto residente nel nostro comune e che si trova ancora ricoverato presso il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria. Siamo contenti stia bene e cerchiamo di limitare i disagi che tutta questa situazione può determinare".

A dichiararlo è il sindaco Giovanni Verduci a conclusione di una riunione del Centro Operativo Comunale convocata per fare il punto sulle attività realizzate e programmare quelle da mettere in campo durante le prossime festività pasquali.

"Abbiamo concluso l'ennesimo giro di disinfezione delle strade e delle piazze comunali – continua il primo cittadino – e abbiamo distribuito in queste ultime ore duecentocinquanta mascherine del tipo ospedaliero facendone dono ai medici di base e ai titolari delle attività commerciali ancora aperte. Attraverso i volontari della protezione civile stiamo consegnando a domicilio alle persone più disagiate farmaci e alimenti. Gli uffici comunali stanno lavorando intensamente per chiudere il procedimento sui buoni spesa, procedimento che ha visto giungere al comune più di trecento richieste. Grazie alla sensibilità e disponibilità dell'azienda, dalla prossima settimana l'ufficio postale sarà aperto anche a Motta il lunedì, il mercoledì e il venerdì".

"Al fine di limitare la possibile divulgazione del Coronavirus e organizzare al meglio le attività già intraprese a difesa della collettività – annuncia Verduci – abbiamo formalmente chiesto al Dipartimento di Prevenzione, Igiene e Sanità Pubblica dell'ASP di Reggio Calabria di essere tempestivamente informati sui casi di positività al COVID-19 e sui relativi provvedimenti adottati in riferimento non solo ai soggetti residenti o a quelli censiti nel registro della Regione Calabria, ma anche a quelli che, eventualmente, abbiano dichiarato di essere domiciliati nel Comune di Motta San Giovanni e che a noi sfuggono da qualsiasi monitoraggio".

"Manteniamo l'attivazione dell'associazione di Protezione Civile Garibaldina –conclude Giovanni Verduci – che può essere contattata per assistenza non sanitaria al numero 0965.718.130. All'intera comunità mottese, che ringrazio per la pazienza e la maturità già dimostrata nell'affrontare questa emergenza, chiedo di andare avanti con la lucidità di sempre, attenta a non spegnere quella fiamma di solidarietà che ha sempre riscaldato le nostre famiglie".

Creato Giovedì, 09 Aprile 2020 20:39