Reggio Calabria
 

Coronavirus: la rete Alleanza Educativa Reggio Calabria in campo con proposte e attività

La rete Alleanza Educativa Reggio Calabria, in questo momento di difficoltà e tensione sociale, ha scelto di avviare percorsi educativi e formativi di supporto e accessibili anche ai bambini e ai ragazzi che in queste settimane hanno avuto qualche difficoltà con la didattica a distanza. Da Giovedì 2 Aprile partirà la rubrica formativa giornaliera, trasmessa dall'emittente Reggio Tv, "La scuola fa Alleanza". Partner del percorso formativo, rivolto a tutti i ragazzi della Città, anche la redazione dell'Avvenire di Calabria che gestirà la trasmissione dei contenuti video attraverso la pagina Facebook del giornale. Un modo semplice per provare a stare accanto a quei figli di Reggio che rischiano di trovarsi travolti dagli effetti sociali dell'epidemia. La rubrica è frutto della partecipazione e della disponibilità di docenti, professionisti, educatori e volontari delle tante associazioni che, in questo difficile e faticoso momento, continuano a fare rete e hanno pensato a come potere essere accessibili a tutti. Saranno tantissimi i temi trattati e, usando metodologie dinamiche e innovative, la rete proverà a raggiungere tutti, nessuno escluso. Molti volontari della rete Alleanza Educativa, evidenziano come continuano assembramenti in ritrovi improbabili in alcune aree della Città di Reggio (Arghillà Nord, Rione Marconi, Archi Cep giusto per fare qualche esempio). Accanto all'azione di controllo del territorio delle forze dell'ordine pensiamo, come Rete Alleanza Educativa, sia necessario il coinvolgimento di educatori che operano in quei quartieri in condizioni di normalità per creare una relazione di incontro coi ragazzi, molti dei quali plagiati dalla cultura sub mafiosa vedono in una divisa un nemico. Questa azione, inoltre, consentirebbe di conoscere i problemi che questi ragazzi attraversano in questa fase (disconnessione, case anguste, ristrettezze economiche, violenza domestica). Alcuni di loro, in questo momento e per queste situazioni, sono già stati protagonisti di reati di micro criminalità. La rete Alleanze Educative, poi, si impegna a raggiungere tutti i casi più delicati, conosciuti in classe o in associazione, per monitorare telefonicamente la situazione.

Ma come stare accanto a tutti in questo momento? Per affrontare il problema della connessione, sono al vaglio due ipotesi. Wi-fi libero col supporto dell'infrastruttura digitale pubblica o la concessione di voucher digitali per ogni ragazzo. Parlando ai ragazzi chiaramente si raggiungeranno le famiglie e viceversa: per questo motivo si è creata una sinergia con l'Amministrazione Comunale di Reggio Calabria. Già sentito il Sindaco della Città Avv. Falcomatà. Lo stesso, in queste ore, sta verificando la possibilità di concedere, ai ragazzi, voucher digitali. La natura trasversale della rete delle "Alleanze educative", poi, ha permesso una rapida ricognizione sull'operatività dei progetti stimolati dalla discussione interna: organizzazioni no profit, scuola, Istituzioni pubbliche (come Prefettura, la Questura, il Comune, la Città Metropolitana e l'Università,) ed enti ecclesiastici si sono immediatamente interfacciati per rendere possibile un piano d'azione quanto mai necessario per evitare le peggiori derive sociali derivanti dalla solitudine in età adolescenziale.