Reggio Calabria
 

Simone (Uil Fpl): “Sul sito aziendale dell’Asp d Reggio Calabria nessun atto su nomina della task force per emergenza Coronavirus”

"Questa O.S. è venuta a conoscenza, da notizie apparse su Organi di Stampa, dell'avvenuta nomina da parte della Commissione prefettizia applicata all'ASP di Reggio Calabria, di una "Task Force" che dovrebbe sovrintendere l'emergenza di cui al COVID- 19. Di quanto comunicato pubblicamente segnatamente a tale istituzione, consultando il sito aziendale, non si trova traccia di alcun atto teso a formalizzare detta nomina e quali competenze, nello specifico abbia la Task Force di che trattasi. Si chiede, pertanto, alle SS.LL. di voler verificare se, prescindendo dall'anacronistica mancata formalizzazione degli atti propedeutici all'attivazione di qualsivoglia forma organizzativa tesa a gestire, coordinare risorse economiche, umane e tecnologiche, se di detta unità facciano parte soggetti che nel tempo abbiano copiosamente contribuito a creare le stesse problematiche per le quali oggi vengono chiamati alla loro soluzione. Sarebbe il caso di accertare se i predetti componenti: a) siano stati fautori delle serie criticità riguardanti il Dipartimento Urgenza Emergenza; b) siano stati sottoposti recentemente a procedimenti atti a verificare la liceità dei loro comportamenti nell'esercizio delle loro funzioni; c) se sono stati accostati a vario titolo alla 'ndrangheta; d) se in atto sono oggetto di indagini da parte dell'A.G". Lo scrive il segretario territoriale della Uil Fpl Reggio Calabria, Nicola Simone, in una lettera indirizzata al prefetto di Reggio Calabria e al commissario regionale per il Piano di Rientro.