Reggio Calabria
 

Metauros, online fumetto ambientato nel museo di Gioia Tauro

E' un anziano custode del Museo archeologico nazionale Metauros di Gioia Tauro il protagonista della storia a fumetti oggi gratuitamente online per la campagna #ioleggoacasa sostenuta dal Mibact. Firmata dal fumettista Federico Manzone per "Fumetti nei Musei", Metauros e' la storia di un viaggio nell'aldiqua', l'opposto di quello che Dante intraprese nella Divina Commedia, e di cui oggi si celebra il primo Dantedi'. Qui a viaggiare sono due divinita' dell'antica Grecia che vengono a contatto con un anziano custode pronto a divenire un vero e proprio super eroe pur di salvare la preziosa collezione archeologica. Fumetti nei musei e' la collana di 51 albi ambientati nei musei italiani e, per regalare ai ragazzi ogni giorno un viaggio diverso, in questo momento di grande difficolta', il Mibact grazie a Coconino Press Fandango e ai suoi autori rende disponibili online tutti i fumetti a rotazione. Ma veniamo alla storia del fumetto di oggi. Tonino non sa proprio come fare. L'anziano custode ne ha visti di tipi strani, ma questi due li battono tutti. Sono entrati nel museo senza pagare il biglietto, dicono di chiamarsi Ermes e Pan e di essere due divinita'? vanno in giro per le sale, frugano ovunque e hanno perfino rotto un'anfora. Se lo scopre la direttrice! I due, pero', gli raccontano di avere una missione precisa. Devono ritrovare il famoso vaso di Pandora e recuperare qualcosa di molto importante: lo vuole Zeus in persona. Chissa' se Tonino sapra' aiutare gli antichi dei greci? L'iniziativa offre a tutti, grandi e piccoli, la possibilita' di leggere gratuitamente online i fumetti e invita gli italiani a trascorrere il tempo al grido di #ioleggoacasa, campagna nata nell'ambito del piu' ampio battage #iorestoacasa, un modo divertente di avvicinarsi al patrimonio culturale nazionale con linguaggi differenti, piu' affini alle sensibilita' di bambini e ragazzi. I fumetti sono normalmente distribuiti nei singoli musei coinvolti nel progetto, offerti gratuitamente ai ragazzi che partecipano alle attivita' educative, alle visite guidate e ai laboratori museali. In una situazione come quella attuale pero', in cui le scuole sono chiuse e anche i musei non possono avvalersi della versione cartacea per la didattica, il digitale e' di grande aiuto.