Reggio Calabria
 

Castorina: "Bene proposta referendaria per unione comuni Reggio Calabria-Villa San Giovanni-Messina"

"La regione dello Stretto da creare attraverso l'unione dei comuni di Reggio, Villa e Messina, è un passo importante per rilanciare unitariamente una visione di città che sia integrata e che guardi all'altra sponda dello Stretto come una opportunità".
A dirlo è il consigliere delegato al bilancio della città Metropolitana di Reggio e capogruppo PD al comune reggino, Antonino Castorina.

"La proposta di referendum propositivo per l'unione di Reggio, Villa e Messina, sul dettato della legge 56 del 2014, proposto da docenti universitari, associazioni, mondo del lavoro e non soltanto, rappresenta un primo passo per creare una sinergia che vada oltre l'istituzionale e che tenda a migliorare la qualità della vita di un'area che da sempre è in stretto contatto" ha proseguito Castorina.

"In base allo Statuto del Comune di Reggio Calabria un terzo dei Consiglieri Comunali può indire un Referendum propositivo che abbia come obiettivo l'Unione con Messina e Villa S.G. in base alla legge 56/2014. È fondamentale fare emergere la visione della nostra popolazione rispetto al futuro della città. È una grande occasione di democrazia partecipativa che possiamo e dobbiamo cogliere e che come capogruppo PD in consiglio comunale sosterrò fermamente. Unione e condivisione rendono le comunità più forti, più efficienti. Vogliamo rilanciare il ruolo di Reggio nel mediterraneo e per farlo serve la collaborazione di tutti, serve unità, serve coesione. Crearla tra popolazioni confinanti e da sempre vicine rappresenta un punto di forza sul quale puntare".