Reggio Calabria
 

Richiesta di arresto per il senatore Siclari, Bernini (FI): “Accusa inaspettata, dimostrerà sua innocenza”

"La richiesta di arresto nei confronti del senatore Siclari per scambio elettorale politico mafioso e' un'accusa inaspettata ed infamante per un collega il cui profilo e' sempre stato connotato da operosita' e correttezza", afferma Anna Maria Bernini, componente del coordinamento di presidenza di FI, dicendosi "certa che il senatore Siclari sapra' dimostrare la sua assoluta estraneita' al reato che gli viene contestato, nella speranza che la vicenda si concluda il piu' speditamente possibile, perche' un'inchiesta giudiziaria non puo' diventare una gogna ed una pena anticipata per chi vi e' sottoposto". "Al collega Siclari, intanto, confermo totale fiducia e vicinanza in un momento cosi' difficile", aggiunge la capogruppo FI al Senato.