Reggio Calabria
 

La Meloni doppia Salvini a Reggio Calabria e prenota il candidato sindaco del centrodestra

reggiopalazzosangiorgio15aprdi Walter Alberio – In una tornata elettorale che ha regalato poche sorprese, con la vittoria schiacciante di Jole Santelli, resta da analizzare la partita dentro la partita, quella degli equilibri interni alla coalizione di centrodestra in Calabria. In particolare, emerge il dato di Reggio Calabria che fra pochi mesi dovrà rinnovare il Consiglio comunale e scegliere il sindaco.

Se sul territorio regionale, Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia sostanzialmente si dividono la torta, in riva allo Stretto è il partito della Meloni a fare la parte del leone, ottenendo il 14,06% (circa 10mila voti) e staccando di poco gli azzurri (13,51%) e soprattutto la Lega, finita dietro l'Udc e la lista collegata al neo governatore Santelli.

Il Carroccio nella città capoluogo di provincia ha ottenuto, infatti, l'8,19% (quasi 6mila voti). Un dato di non poco conto considerando che Fratelli d'Italia e i leghisti si contendono la scelta del candidato sindaco del centrodestra.

"A Forza Italia il candidato alla presidenza della Regione, alla Lega l'aspirante primo cittadino del Comune di Reggio Calabria. Ci conto" aveva detto Salvini proprio nella città in riva allo Stretto, in una delle giornate della campagna elettorale (leggi qui). E la risposta della Meloni non si era fatta attendere: "Fratelli d'Italia si considera un partito rilevante, lo faremo valere per le prossime elezioni amministrative, penso al sindaco di Reggio Calabria".

In vista delle Comunali, il Partito democratico può abbozzare un sorriso. I democratici, che ricandideranno il sindaco uscente Giuseppe Falcomatà, risultano essere il primo partito in città con il 22,4%, ben oltre la media regionale che si attesta intorno al 15%. Una partita per la quale il segretario dem Nicola Zingaretti ha promesso un impegno forte da parte del Pd.

La corsa per Palazzo San Giorgio può iniziare.