Reggio Calabria
 

Reggio, FdI vara l’esecutivo metropolitano alla presenza dei vertici nazionali e regionali

Presso la sede del Coordinamento, alla presenza del Responsabile Organizzativo Nazionale di Fdi On. Giovanni Donzelli, dell'On. Wanda Ferro commissario regionale e di Denis Nesci membro dell'esecutivo nazionale, il commissario metropolitano Massimo Ripepi ha tenuto la prima riunione di coordinamento presentando i membri che faranno parte della squadra operativa sul territorio cittadino.

L'obiettivo, rimarcato nel documento di presentazione, è quello di sostenere con l'apporto di un gruppo di lavoro affiatato e motivato la sfida che Fratelli d'Italia intende affrontare sia con la vittoria alle regionali che, successivamente, alle prossime comunali.

Un grande partito in una coalizione vincente, non può prescindere dal dotarsi di una struttura sul territorio che, in tandem sinergico con gli eletti, deve rappresentare l'anima identitaria di una rinnovata Destra in Calabria e nel sud.

DOCUMENTO POLITICO

"Fratelli d'italia partito identitario e sovranista rappresenta la continuità di una destra che, da sempre, in Calabria si è battuta per il riscatto dall' emarginazione e dalla sofferenza sociale ed economica. Grazie alla lungimiranza ed all'operato della Destra di governo, il riconoscimento di Reggio Calabria Città Metropolitana deve rappresentare quella rivincita storica ed istituzionale che può rappresentare il volano di un possibile sviluppo del territorio e l'emancipazione di un popolo che mai ha abbandonato il sogno di poter rappresentare con dignità culturale e valoriale quella tradizione che dalla Magna Grecia ai nostri giorni affaccia la Patria Italia nel mediterraneo.

Su questi presupposti il nostro partito lancia la sfida e traccia il percorso di una nuova destra che dei calabresi e per la Calabria può essere bandiera.

Il segnale di un consenso, in sensibile ascesa, deve con i candidati in campo per le regionali dare un impulso programmatico ed un consenso politico che non si registri come un dato meramente elettorale.

Riteniamo, pertanto, sia giunto il momento di impegnarci per dotare Fratelli d' Italia di una struttura organizzativa e di partito con visione e funzionalità metropolitana, che sia capace di supportare le battaglie elettorali di questi mesi, sia per la regione che per la liberazione di Palazzo San Giorgio dall'occupazione di una sinistra autoreferenziale che ha dimostrato incapacità nella gestione della res pubblica, generando un danno gravissimo per la nostra Reggio sia sotto il profilo economico che sociale.

L'unità del centrodestra rappresenta una premessa inscindibile e prioritaria per mettere in campo un percorso di governo determinato e capace di generare risposte concrete soprattutto nei comparti nevralgici come la sanità e la formazione e, nondimeno, in settori strategici come infrastrutture e industria del turismo.

Fratelli d'Italia ha, al suo interno, uomini ed intelligenze con esperienza politica e consiliare maturata negli anni della destra di governo ed in quelli dell'opposizione, contestando il malgoverno a matrice PD che ha messo in ginocchio e deriso, con supponenza, la nostra Città.

Al pari delle altre forze della coalizione, il partito parteciperà alla proposta programmatica per pianificare un progetto di rilancio urbano e sociale, per individuare una figura di alto rilievo politico ed amministrativo necessaria alla guida della metropoli dello stretto.

Una vera rivoluzione amministrativa deve partire da subito, anche attraverso l'individuazione del candidato sindaco, scelta imprescindibile dalle volontà dei partiti del centrodestra che dovranno generare una sintesi condivisa.

Una rivoluzione per riportare Reggio agli antichi fasti in cui Fratelli d' Italia rappresenta, al pari di altri, un faro che emana luce chiara per illuminare e forte per risvegliare gli entusiasmi dal torpore in cui la città e i reggini sono "sinistramente" precipitati.

La certezza da cui avviare il percorso deve essere la vittoria del 26 gennaio delle elezioni regionali, la speranza è la vittoria delle elezioni comunali prossime; impegniamo il coordinatore metropolitano, Massimo Ripepi, a voler ricercare e impegnare le forze migliori del partito, anche aprendo l'impegno anche a tecnici di provata e specchiata esperienza, alfine di offrire al più presto agli alleati un programma di dettaglio sulle emergenze cittadine e metropolitane approntando delle possibili soluzioni; il tutto nel nome dell'unità del centrodestra che si rivela vincente e premiato dai cittadini sulla base di progetti chiari e credibili e di scelte umane ponderate ma rappresentative ,di carisma e di leadership."

___________________________________________________________________________

Il documento, votato e condiviso da tutti, riporta le motivazioni e la traccia di lavoro della nuova struttura di coordinamento, composto da 25 Membri che affiancati dai componenti di diritto Consiglieri Comunali e Metropolitani e dai Presidenti dei Circolo, costituiranno una presenza politica e programmatica chiamata a condividere strategie coerenti per il raggiungimento di obiettivi concreti.