Reggio Calabria
 

Bruno Bartolo a La7: "Senza Klaus Davi San Luca sarebbe ancora commissariata"

Chi lo dice che la Calabria non fa ascolto? Una tesi sostenuta purtroppo anche da uomini dello Stato che ieri è stata (per l'ennesima volta) clamorosamente smentita. 'Propaganda Live' popolare programma di La 7 condotto da Diego Bianchi al secolo Zoro ieri è stato dedicato interamente alla Calabria, in particolare a San Luca e Riace è, cosa non poco rilevante, tornato abbondantemente sopra il 5 di share con una media del 5.50 e picchi addirittura del 7.

L'ultima puntata comprendeva, tra le altre cose, una lunga intervista al sindaco di San Luca Bruno Bartolo, un articolato reportage sul comune aspromontano nonché un curioso filmato sul tentativo del conduttore Zoro e della sua squadra di raggiungere la Madonna di Polsi. Un tentativo vano, visto che la macchina noleggiata da La 7 era sprovvista di catene e quindi Zoro non è riuscito a raggiungere il bellissimo Santuario, ripromettendosi però di tornarci. Spazio anche a Mimmo Lucano e la sua Riace, comune proprio in queste ore teatro di comizi di vari colori politici. Bruno Bartolo, sindaco di San Luca, incalzato da Bianchi ha detto alla tv di Urbano Cairo: "Senza Klaus Davi questo comune tutt'oggi non avrebbe una amministrazione. E' grazie a lui che siamo qui, perché presentandosi con ostinazione, ha avuto il merito di creare le base per un ritorno della democrazia. Qui mancava un sindaco eletto da 11 anni e ora ce l'abbiamo e Klaus continua il suo impegno con noi da consigliere comunale".