Reggio Calabria
 

Villa San Giovanni (RC), consegnate le borse di studio ai diplomati dell’Istituto Alberghiero

Si è svolta oggi (mercoledì 11 dicembre) a Villa San Giovanni, nell'auditorium 'Emanuela Loi' dell'Istituto professionale alberghiero e turistico, la cerimonia di consegna delle borse di studio Caronte & Tourist agli studenti diplomati delle scuole superiori di Villa S.Giovanni col miglior profitto nell'intero percorso di studi in relazione alle condizioni economiche familiari.
All'evento, moderato dalla giornalista Giusy Caminiti, hanno partecipato il presidente Antonino Repaci, il presidente vicario Olga Mondello Franza e l'ad Calogero Famiani in rappresentanza della società Caronte & Tourist; il sindaco di Villa S.G. Giovanni Siclari; l'ex provveditore agli studi Giovanni Garreffa; i dirigenti scolastici Graziella Ramondino del 'Fermi', Maristella Spezzano del 'Nostro' e Carmela Ciappina dell'Ipalbtur.
E' spettato alla dirigente dell'Ipalbtur, oltre che fare gli onori di casa, il compito di intervenire in rappresentanza dei dirigenti scolastici delle scuole premiate: "Questo importante appuntamento per il territorio villese è ormai divenuto tradizionale, essendo giunto alla decima edizione – ha detto Carmela Ciappina – e rappresenta un esempio altamente significativo di come scuola, impresa e territorio possono trovare una sinergia che porta vantaggi innegabili all'intera comunità".
"E' un'opportunità per esaltare il meglio che c'è nel nostro territorio – ha evidenziato Siclari – e per valorizzare il compito della scuola che oltre che garantire l'istruzione e trasmettere conoscenze deve pure insegnare i buoni principi".

"La speranza è che iniziative come queste – ha auspicato Garreffa – possano servire da argine per limitare il progressivo depauperamento culturale e sociale del nostro territorio".
"Riconosciamo la scuola e l'istruzione quali punti di forza di un territorio – ha affermato Repaci – e per questo il nostro intendimento è perpetuare l'impegno nella valorizzazione e nel sostegno degli studenti meritevoli per incoraggiarli nella prosecuzione degli studi. Premiare lo studio, la diligenza, il talento è un modo per stimolare la crescita e il progresso di una realtà difficile come la nostra e tentare di realizzare l'utopia di raggiungere un benessere sociale ed economico senza essere costretti ad abbandonare la propria terra".
Nel corso della manifestazione hanno portato la loro testimonianza pure due giovani che hanno ricevuto il riconoscimento negli anni scorsi.
Sono stati dieci, otto femmine e due maschi, gli studenti premiati con un assegno di duemila euro: Miriana Vitale, Antonina Velardo, Alessia Pirrotta, Simona Corigliano e Francesca Calabrò dell'istituto d'istruzione superiore 'Nostro-Repaci'; Chiara Tuscano e Antonio Quattrone dell'istituto 'Fermi'; Martina Toscano, Domenico Magno e Laura Barbaro dell'Ipalbtur.