Reggio Calabria
 

Anche a Reggio Calabria la Giornata mondiale della prematurità

Nel mondo 1 bambino su 10 nasce prematuro. In Italia ogni giorno nascono quasi 100 bambini prematuri o con patologie che necessitano di un periodo di ricovero in Terapia Intensiva Neonatale e che quindi inevitabilmente sono separati dai propri genitori. La Giornata Mondiale della Prematurità viene celebrata a livello mondiale per aumentare la consapevolezza in merito alle nascite premature, alle possibili conseguenze e alla loro prevenzione.

Anche Reggio Calabria celebra l'evento, su iniziativa dell'Associazione per la Neonatologia "Eracle", operante presso il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio (www.eracleonlus.it). Domenica 17 novembre alle ore 10.30, nell'androne antistante i reparti di Neonatologia e Ostetricia dell'ospedale reggino, al quinto piano, sarà celebrata la Santa Messa, animata dai bimbi e dai familiari dell'Associazione ed officiata dal Cappellano dello stesso ospedale Don Stefano Iacopino. Ci saranno delle testimonianze di alcune mamme e papà che hanno vissuto l'esperienza della prematurità e del ricovero del proprio piccolo presso la TIN reggina. Seguirà, all'ottavo piano, presso la Stanza di Eracle, un momento di convivialità durante il quale l'Associazione "Mani di mamma" di Catania donerà ai piccoli degenti cappellini e dudù fatti a mano. Nel pomeriggio, dalle 16.30, i volontari allestiranno uno stand informativo. È previsto per i prossimi mesi un corso di preparazione al volontariato in Neonatologia, dunque sarà un'occasione per le mamme ed i papà che volessero associarsi ad Eracle per conoscere chi già presta un servizio di supporto alle famiglie dei bimbi ricoverati, condividendo un'esperienza già vissuta. Il violino ed il piano dei Maestri Fulvio Puccinelli e Pino Puntorieri allieteranno con le note musicali il pomeriggio dentro il reparto di Neonatologia, che per l'occasione, su invito della Responsabile, Dott.ssa Claudia Laghi, sarà eccezionalmente aperto anche ai nonni dei piccoli ricoverati. Sarà possibile acquisire materiale informativo in materia di prevenzione, conoscere i volontari, visitare la Stanza di Eracle, uno spazio adottato dall'Associazione per ospitare in ore diurne le famiglie dei degenti. Eracle fa parte del Coordinamento Nazionale "Vivere Onlus" delle Associazioni di volontariato di Neonatologia che ad oggi raccoglie oltre 45 associazioni in tutta Italia. A sua volta, Vivere fa parte della Fondazione Europea EFCNI European Foundation for the Care of Newborn Infants (www.efcni.org) operante nell'intero globo. I piccoli guerrieri della Neonatologia sono sopravvissuti a nascite estremamente pretermine e con pesi molto bassi, intorno ai 350 grammi, restano tuttavia bambini molto fragili che hanno bisogno di essere sostenuti, con le loro famiglie, sia all'interno delle terapie intensive neonatali, facilitando il contatto e la vicinanza dei genitori, sia nel loro percorso di crescita. Il fenomeno delle nascite pretermine è ancora poco conosciuto soprattutto in Italia, mentre purtroppo il numero di bambini che nascono prematuri cresce di anno in anno. I dati confermano che gli ottimi risultati delle tecnologie biomediche per le cure intensive neonatali italiane, negli ultimi dieci anni, hanno ottenuto ottimi traguardi, al pari degli Stati Uniti e dei paesi del Nord Europa. Non vi corrispondono, però, i conseguenti adeguamenti del sistema sanitario territoriale, dei servizi welfare e di una appropriata legislazione che tuteli la madre con congedi parentali specifici. Il colore viola è il leitmotiv mondiale della prematurità e anche quest'anno saranno illuminati di viola i monumenti, gli edifici, le fontane, di tantissime città in Italia come in tutto il mondo.