Reggio Calabria
 

Stipulato l'atto di trasferimento definitivo di Forte Batteria Siacci al Comune di Campo Calabro (RC)

L'11 novembre nella Sala delle adunanze del Consiglio Comunale di Campo Calabro il Direttore Generale del Demanio per la Regione Calabria Ing. Dario Di Girolamo ed il Sindaco di Campo Calabro Dr. Rocco Alessandro Repaci hanno sottoscritto l'atto di trasferimento di Forte Batteria Siacci dal Demanio al Comune di Campo Calabro . Ufficiale rogante dell'atto,siglato per il Comune anche dall' Ing.Giorgio Laganà Responsabile dell'Area Tecnica, è stata la Segretaria Generale del Comune di Campo Calabro dottoressa Grazia Daniela Ferlito.Costruito alla fine dell'800,dichiarato di interesse storico artistico nel 2016 con decreto del MiBac e affidato in custodia al Comune di Campo Calabro il 18 giugno scorso in attesa della stipula dell'atto di trasferimento,il compendio immobiliare al centro della zona di protezione speciale ambientale Costa Viola, costituisce il perno del sistema delle fortezze di Matiniti di Campo Calabro (Siacci, Pignatelli,Matiniti Inferiore) per il quale il comune è impegnato in un ambizioso programma di valorizzazione. Dopo un primo intervento di ripristino delle vie d'accesso e pulizia dei fossati e dei terrazzi, il Forte è visitabile ,limitatamente ad alcune parti,dal 31 agosto scorso. Con l'atto sottoscritto in data odierna il Comune di Campo Calabro acquisisce al patrimonio una area di 144.950 Mq, di cui 10.600 Mq di superficie coperta per un volume di 58.300 Mc in località Matiniti Superiore.Il trasferimento conclude una procedura che ha portato alla acquisizione a titolo non oneroso dell'immobile continuando l'opera intrapresa dall'amministrazione comunale per la valorizzazione del sistema delle fortezze umbertine sin dal 2013 e che ha già consentito un primo intervento di recupero del forte sussidiario Poggio Pignatelli.

"Non posso che ringraziare - ha commentato il Sindaco Sandro Repaci -,oltre a tutti gli amministratori che nel tempo hanno lavorato all'acquisizione,i funzionari che hanno permesso che tutti gli atti , dall'accordo di valorizzazione a quello di dismissione e consegna in custodia, fino all'atto di acquisizione al patrimonio comunale sottoscritto oggi , fossero istruiti e completati in così breve tempo : la dottoressa Zambito del Ministero della Difesa, l'ing. Condello dell'Agenzia del Demanio, la Segretaria Generale del nostro comune dottoressa Ferlito, ed infine il dott. Salvatore Patamia Segretario Regionale di MiBac, gli ingegneri Piergiorgio Allegroni e Dario Di Girolamo dell'Agenzia del Demanio che hanno sottoscritto l'accordo di valorizzazione e il definitivo atto di passaggio al comune del manufatto sottoscritto in data odierna. Con l'acquisizione di Forte Siacci la nostra comunità si assume una grande responsabilità:ci impegniamo in una impresa amministrativa, culturale, sociale di portata storica che colloca Campo Calabro nel circuito dei comuni proprietari di beni culturali . Una dimensione che ci era sconosciuta, ma alla quale ci siamo preparati con grande cura ed impegno,ed all'interno della quale non potrà mancare , oltre al già parzialmente recuperato Forte Pignatelli, anche l'utilizzo a fini culturali e turistici del Deposito munizioni Matiniti Inferiore.". Il Sindaco ha anche annunciato che nelle prossime settimane il Comune sottoscriverà con la Regione Calabria la convenzione relativa al primo finanziamento per la progettazione del recupero e rifunzionalizzazione dell'intero manufatto e il primo lotto funzionale di lavori,finanziamento che ammonta complessivamente a 1 milione di euro, erogati dalla Regione nell'ambito del POR Calabria FESR/FSE 2014-2020.