Reggio Calabria
 

Vizzari: "Stupore per chiusura delle vie Torrente San Nicola e 28 ottobre"

"Apprendiamo con stupore attraverso l'ordinanza pubblicata sull'albo pretorio del Comune di Fiumara della chiusura delle vie Torrente San Nicola e 28 Ottobre che, di fatto, a partire da domani impediranno l'accesso alla strada a scorrimento veloce che da Fiumara giunge a San Roberto". È quanto dichiara in una nota Roberto Vizzari, già sindaco di San Roberto, che, accolte le istanze provenienti dalla popolazione, intende chiedere spiegazioni al primo cittadino del Comune limitrofo su una decisione "che condanna il Comune di San Roberto verosimilmente all'isolamento".

"Tanto più - continua Vizzari - che all'interno della stessa viene indicata solamente la data di inizio lavori e non quella di fine. Vorremmo, dunque, capire, quanto a lungo si protrarranno gli stessi e per quali tipo di interventi, visto che all'interno dell'atto si parla genericamente di messa in sicurezza senza motivare se sia necessaria o meno la chiusura totale dell'arteria, per capire se sarebbe stato più opportuno prevedere limitazioni al traffico di mezzi pesanti, e consentire invece la circolazione degli altri veicoli".

"Va ricordato - continua Vizzari - che la strada alternativa da percorrere è una vecchia provinciale assolutamente inadeguata a sopportare la totalità del traffico da e per San Roberto, che mette a repentaglio l'incolumità della popolazione soprattutto con l'inizio della stagione autunnale e l'arrivo delle piogge, visto e considerato l'alto tasso di dissesto idrogeologico".

"Attendiamo, dunque, - conclude - i necessari chiarimenti dell'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Vincenzo Pensabene, con cui in passato abbiamo sempre lavorato con grande sinergia, auspicando che la decisione di chiudere l'accesso alla strada a scorrimento veloce possa essere rivista e che, in maniera coordinata e collaborativa, si possa trovare una soluzione diversa e più adatta alle esigenze di tutti, tale da non ledere il diritto alla mobilità della cittadinanza di San Roberto. Invitiamo lo stesso a fare fronte comune nel chiedere alla città metropolitana di effettuare i lavori di manutenzione per la Campo Calabro - San Roberto, consapevoli della necessità di fare rete per creare sviluppo".