Reggio Calabria
 

Reggio: mercoledì al Gom corso sul bendaggio elastocompressivo

Si terrà alle 9 di mercoledì prossimo, 25 settembre, nei locali dell'aula "Spinelli" degli Ospedali Riuniti (Grande ospedale metropolitano), un corso promosso dall'Opi (Ordine professioni infermieristiche) di Reggio Calabria sul bendaggio elastocompressivo.

Strumento prezioso per favorire la circolazione, specie a fronte di determinate patologie (dalle trombosi alle linfopatie), il bendaggio elastocompressivo è un presidio riconosciuto Gold Standard nella riduzione degli edemi e delle lesioni trofiche degli arti inferiori su base vascolare e linfatica.
Il corso – che è riservato ai soli iscritti all'Opi e dà diritto a 10 crediti Ecm –, basandosi sulla letteratura internazionale più recente, ha per obiettivo maestro un focus sul miglior contrasto alla stasi sanguigna, riducendo il calibro delle vene dilatate e al contempo incrementando il flusso del sangue.

L'approfondimento è articolato in due sezioni, una teorica e una pratica.
La parte teorica del corso, partendo da cenni sull'epidemiologia e le principali patologie che alterano il circolo periferico, come pure sui campi d'applicazione del bendaggio elastocompressivo, si occuperà di misurazione in relazione all'indice Ab; classificazione delle principali tipologie di bendaggi, controindicazioni e conseguenze del bendaggio; utilizzo della calza elastica: caratteristiche e confronto, in relazione alla tipologia (calze elastiche, tipi di bende più adeguate alle differenti patologie interessate: di supporto, terapeutiche Cet, antitrombotiche Ate etc.); mobilizzazione del paziente portatore di bendaggio compressivo.
Quanto alla parte pratica, le esercitazioni riguarderanno la mobilizzazione del paziente da parte del fisiatra, il misuratore Abi e le tecniche di bendaggio.