Reggio Calabria
 

Villa San Giovanni (RC), Richichi: “Sportello solidale? Un valido strumento di sostegno e di aiuto per quanti si trovino in condizione di difficoltà sociali ed economiche”

Dal 1° ottobre parte a Villa San Giovanni lo Sportello Solidale. Ad annunciarlo è Maria Grazia Richichi, vicesindaco e assessore alle politiche sociali della città dello Stretto.

«Lo sportello solidale - spiega la Richichi - costituirà un importante punto di contatto, di orientamento, di informazione e di accesso ai servizi alla persona presenti in ambito territoriale e anche dei servizi sociali in genere. Un'iniziativa che nasce grazie dall'esperienza accumulata nel tempo e dall'attenzione costante verso le problematiche sociali – prosegue l'Assessore alle Politiche Sociali – Il progetto "Sportello Solidale", è frutto anche dell'ascolto delle istanze provenienti dal modo associazionistico e in particolare le istanze dell'associazione "Specialmente Preziosi", la cui Presidente Maria Franco, ha espresso la necessità di uno sportello dedicato alla disabilità, come anche l'Associazione Fidapa che ha segnalato la necessaria costituzione di un centro di ascolto per le donne maltrattate. Sono anche tante altre le istanze che nel tempo sono state ascoltate e considerate in virtù dell'esperienza ed alla sensibilità dei rappresentanti e dei loro iscritti che forniscono un prezioso e imprescindibile sostegno sul territorio».

Non una singola figura, dunque, dedicata a singole necessità ma uno sguardo più ampio a tutte quelle che sono le necessità dei più bisognosi e di chi vive condizioni particolari. L'attenzione dell'assessorato dei servizi sociali e, in particolare, del vicesindaco Richichi si è concentrata sulla realizzazione dello sportello per dare quanto più spazio possibile a tutte le richieste dedicando figure specifiche in grado di dare risposte dopo la fase di ascolto. Diretto sia ai singoli che ai nuclei familiari, che si trovano in situazione di difficoltà, disagio o emarginazione per ragioni economiche o sociali, dovute alla mancanza di una rete familiare di aiuto, a malattie o infortuni, a problematiche di tipo economico e relazionale, lo sportello verrà attivato presso la sede dei Servizi Sociali del Comune di Villa San Giovanni in via Nazionale n. 541, tutti i martedì pomeriggio a partire dalle 16,00 e sino alle ore 18,00. Inoltre, per qualsiasi informazione, sullo Sportello Solidale, sarà possibile contattare tutti i giorni il numero telefonico 0965 795195.

«Tutto questo sarà possibile grazie alla presenza e all'impegno di competenze e professionalità su cui può contare all'interno dell'Assessorato alle Politiche Sociali – ha concluso la Richichi – e che saranno impegnate in questa nuova iniziativa. Lo Sportello Solidale sarà organizzato in tre aree d'intervento e sarà a disposizione gratuitamente per offrire sia ai singoli, che ai nuclei familiari ma anche delle persone anziane disabili o portatrici di disagio o che si trovino in condizioni di difficoltà economiche o sociali, un valido strumento di sostegno e di aiuto. Un'iniziativa senza precedente, quella dello Sportello Solidale, almeno per quanto riguarda il Comune di Villa San Giovanni – ha affermato con orgoglio Maria Grazia Richichi – e che per quanto impegnativa non graverà ulteriormente sul bilancio dell'ente e specificatamente sui capitoli di spesa dedicati ai Servizi Sociali, ma sarà resa possibile grazie alla disponibilità ed all'impegno del personale altamente qualificato di cui dispongono i nostri uffici».

L'Area Sociale sarà un vero e proprio centro d'ascolto di problematiche sociali, con interventi attivi a favore di persone singole, delle famiglie per la prevenzione, per il sostegno ed il recupero di situazioni di bisogno e la promozione di nuove risorse sociali. Inoltre, realizzerà quella che si può definire "rilevazione bisogno familiare" ed offrirà un servizio di orientamento socio-giuridico e di prima consulenza per il sostegno alla genitorialità, oltre ad un servizio di Primo ascolto adulti e anziani e fasce deboli.

L'Area Lavoro sarà organizzata in maniera da offrire un servizio di attività di primo ascolto, informazione e orientamento alla ricerca di lavoro, di aiuto alla redazione di un curriculum Vitae, suggerimenti per lo svolgimento i colloqui di lavoro, strumenti di ricerca attiva di opportunità lavorative, aiuto per la partecipazione e l'iscrizione a concorsi.

Infine, l'Area Sostegno al reddito volta a fornire le necessarie informazioni inerenti la situazione familiare e i possibili sussidi economici attivabili sia in ambito territoriale che nazionale, le informazioni relative a possibili sussidi economici e non, per persone con disabilità e le informazioni relative alla situazione pensionistica.