Reggio Calabria
 

Reggio, l’11 settembre lezione-concerto del Conservatorio al Teatro “Cilea”

Appuntamento al Teatro "F. Cilea" mercoledì 11 settembre alle ore 19 per la lezione–concerto tenuta dal M° Simone Genuini con l'Orchestra giovanile del Conservatorio di Reggio Calabria. Al termine di una masterclass dal titolo "Ricercare un suono condiviso", l'Istituzione musicale reggina offrirà al pubblico, infatti, la possibilità di ascoltare un programma vario e accattivante, ampiamente illustrato nei suoi aspetti tecnico-metodologici ed eseguito dai giovani studenti del Conservatorio diretti dallo stesso M° Genuini. Un modo efficace per condividere non solo il risultato finale delle esercitazioni, che si realizza nel classico concerto, ma anche un saggio del lavoro di preparazione e formazione che avviene nelle aule dell'Istituto.

In programma musiche del Seicento (Monteverdi, Purcell), Ottocento (Fauré), e Novecento (Chačaturjan), elaborate dallo stesso Genuini. A conclusione verrà eseguita la "Symphonic Suite from The Lord of the Rings"di H. Shore arrangiata da J. Whitney.

L'orchestra sarà formata da più di 80 elementi scelti tra gli studenti del Conservatorio "Cilea".

Simone Genuini ha conseguito i diplomi in Pianoforte, Composizione, Direzione d'orchestra, Strumentazione per banda, Musica corale e direzione di coro. Ha studiato Direzione d'orchestra con Carlo Maria Giulini, di cui è stato uno degli ultimi allievi, con Daniele Gatti, Lu Jia, Marcello Bufalini, Marco Zuccarini. È direttore stabile, dalla sua fondazione, della JUNIORCHESTRA, l'Orchestra dei Ragazzi dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, alla guida della quale ha diretto numerosi concerti in Italia, e di cui dirige i gruppi Kids, Teen e Young, nonché effettuato numerose registrazioni per la RAI; tra i concerti più importanti ricordiamo quelli per il "Ravello Festival", per la stagione dell'Orchestra da Camera di Mantova, presso la Camera dei Deputati, per la Presidenza della Repubblica e per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, nonché in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia; innumerevoli i concerti e le manifestazioni presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, collaborando con solisti come Emanuel Pahud, Shlomo Mintz, Andrea Oliva, Silvia Careddu, Anna Tifu, Angelo Persichilli, Carlo Tamponi. Alla guida della stessa orchestra ha registrato l'opera didattica "Il violino del Signor Stradivari", con musiche originali di Enrico Blatti.

Ha inoltre diretto la stessa compagine per la rappresentazione scenica "La famosa invasione degli Orsi in Sicilia", su testo di Buzzati, con la regia di Marco Baliani e musiche originali di Marco Betta, in coproduzione con Musica per Roma. In veste di direttore ospite ha diretto l'Orchestra della Toscana, i Solisti del Teatro dell'Opera di Roma, l'Orchestra Sinfonica Abruzzese, l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Bucarest, I Solisti Aquilani, l'Orchestra di Stato della Città di Vidin, l'Orchestra "Benedetto Marcello" di Teramo, l'Orchestra Giovanile del Conservatorio "U. Giordano" di Foggia, l'Orchestra da camera XXI secolo, l'Orchestra Sinfonica "Nova Amadeus" di Roma, l'Orchestra della Cooperativa del Teatro Cilea di Reggio Calabria, l'Orchestra del Conservatorio di Foggia, l'Orchestra da camera dell'Università di Roma 3, l'Orchestra "John Cabot University Chamber Orchestra", l'Orchestra Sinfonica "Roma Sinfonietta", l'Orchestra "Prometeo" di Roma, l'Orchestra del Conservatorio di L'Aquila, l'Orchestra del Conservatorio di Potenza, esibendosi in sale come la "S. Cecilia" del Parco della Musica di Roma, la "Grosser Saal" del Mozarteum di Salisburgo, il Teatro Comunale di Bologna. Numerose le collaborazioni con molte orchestre didattiche e di giovani, effettuate su tutto il territorio nazionale. Nel 2002 ha collaborato con Luciano Berio e con l'«Istituzione Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto», nel progetto "L' Arte della fuga" di J. S. Bach, curato e supervisionato da Luciano Berio, dirigendo opere inedite composte da compositori italiani ed europei, tra i quali Aldo Clementi, Louis Andriessen, Fabio Vacchi, Betsy Jolas. Ha debuttato nel repertorio operistico dirigendo "L'Elisir d'amore" presso il Teatro Mancinelli di Orvieto; ha inoltre diretto, presso il Teatro Verdi dell'Aquila, "Fenaroli" di Lanciano, nonché per la Società Aquilana di concerti "Barattelli", l'opera "The little sweep" di B. Britten. Nel 2013 ha ricevuto incarico dal Ministero della Pubblica Istruzione di tenere, sul territorio nazionale, il Corso di Formazione per Docenti delle S.M.l.M "Suoni Condivisi" sulla metodologia della Direzione di Orchestre didattiche e giovanili. Ha insegnato presso i Conservatori di Verona, L'Aquila, Foggia, Potenza, Benevento.