Reggio Calabria
 

Nasce la partnership tra Garante metropolitano dell'Infanzia di Reggio, “Amica Sofia” e Usr

Nuova sinergia sul territorio innescata dall'Ufficio del Garante Metropolitano per l'Infanzia e l'Adolescenza di Reggio Calabria. Infatti, il Garante Emanuele Mattia ha messo insieme intorno ad un tavolo – è scritto in un comunicato dell'ufficio stampa del Garante metropolitano - i rappresentanti dell'associazione nazionale per la ricerca e la promozione delle pratiche di filosofia dialogica nella scuola e nella società "Amica Sofia" e dell'Ambito Territoriale dell'Ufficio Scolastico Regionale.
Dall'incontro, svoltosi a Palazzo Alvaro e partecipato dallo stesso Mattia e da Tiziana Tiziano per l'Ufficio del Garante Metropolitano, dai professori Massimo Iiritano e Luna Renda per "Amica Sofia" e da Giovanni Carbone per l'Ambito Territoriale dell'Usr, è emersa la volontà di iniziare un percorso comune che verrà costruito sin da settembre con ulteriori scambi di analisi e proposte. I due docenti hanno presentato l'associazione di promozione sociale nata nel 2008 all'interno del Dipartimento di Filosofia e Scienze Umane dell'Università di Perugia, la sua articolazione calabrese e le relative attività di ricerca e sperimentazione della filosofia con i bambini e della filosofia civile attraverso una serie di laboratori ed incontri di formazione per i docenti in tutta Italia, come quello nazionale che dal 17 al 20 ottobre prossimi si svolgerà tra Riace, Camini e Monasterace sul tema "La filosofia come luogo dell'accoglienza".

Carbone – è scritto nel comunicato stampa del Garante metropolitano - si è detto disponibile a coinvolgere l'Ambito Territoriale dell'Usr e a sensibilizzare le scuole per la realizzazione di laboratori strutturati e singoli incontri, mentre Mattia si è messo a disposizione a sostenere ogni attività del genere anche pensando ad un allargamento della sinergia alla Città Metropolitana. «Con questa nuova partnership intendiamo ribadire la determinazione del nostro ufficio nel creare relazioni con attori socio-istituzionali, andando oltre la nostra mission di monitoraggio della condizione dell'infante e dell'adolescente. Dunque, non ci fermiamo neanche alla prevenzione, ma avanziamo iniziative finalizzate ad una crescita socio-culturale del nostro territorio, partendo dai più piccoli in prospettiva futuro. Con "Amica Sofia" e con l'Ambito Territoriale dell'Usr vogliamo sviluppare una rete all'interno della quale non solo si diffonda cultura, tra l'altro molto affine alla nostra storia come quella filosofica, ma pure si incentivi il libero pensiero e la cittadinanza attiva per uno sviluppo del senso civico fra giovani e gli adulti. Per questo, sin dal prossimo settembre, come Ufficio del Garante Metropolitano per l'Infanzia e l'Adolescenza, siamo pronti ad iniziare a concretizzare quanto discusso nel primo proficuo incontro di Palazzo Alvaro» è stato il commento del Garante Mattia.