Reggio Calabria
 

Reggio, riflessioni e ricordi all’Accademia del Tempo libero con l’incontro “Dalla Seconda Guerra Mondiale alla Resistenza”

"Un viaggio nel Ricordo e nella Memoria dalla Seconda Guerra Mondiale alla Resistenza (1939-45), per la liberazione dell'Italia dal giogo nazista, omaggio alle "Città Martiri Decorate per meriti combattentistici", questo il titolo dell'incontro di studio tenutosi presso l'Auditorium Umberto Zanotti Bianco di Reggio Calabria.
Accademia del Tempo libero e ANCFARGL (Ass. Naz. combattenti della Guerra di Liberazione inquadrati nei Reparti Regolari delle Forze Armate), si uniscono in una fattiva sinergia che va nella direzione della cultura.
La conferenza, vera e propria finestra aperta sul passato, ha offerto un prezioso spunto di riflessione per il presente, e ancor più importante per il futuro storico – culturale della nostra popolazione.
Soddisfatti la presidente Silvana Velonà, che ha voluto fortemente l'incontro, la Segretaria del sodalizio reggino, Marina Amedeo, i numerosi soci dell'Accademia; presenti inoltre Pino Tripodi, Presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco Città di Reggio Calabria e il Luogotenente dei Carabinieri Rancani, locale Presidente della Sezione ANC, il sodalizio romano dell'ANCFARGL che opera sotto l'egida del Miur, con il Patrocinio del Ministero della Difesa e l'alto assenso del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Una tematica ricca, occasione di dialogo caratterizzato da scambio culturale e condivisione di ricordi per un momento di reale crescita, attingendo dalla storia e, soprattutto, dalla memoria di coloro che hanno convissuto il terribile periodo compreso tra la caduta del fascismo, la seconda Guerra Mondiale, la Liberazione e la Resistenza. Argomenti da studiare per poter comprendere appieno il sacrificio dei nostri Padri Combattenti ed apprezzare compiutamente il vero senso del benessere presente.
"Quando un popolo non ha più un senso vitale del proprio passato si spegne", le parole di Cesare Pavese che racchiudono il significato dell'incontro dell'Accademia e dell'ANCFARGL
Le origini, la Storia del Paese natio, della Nazione, e poi i personaggi le figure chiave gli eroi, conoscere tutto questo significa riappropriarsi di un patrimonio fatto di valori e identità, paradigmi indispensabili per agganciarsi al passato, guardare al presente e progettare il futuro.
Tra i relatori l'Ambasciatore Alessandro Cortese de Bosis (P/te ANCFARGL) che ha tratteggiato con sapiente conoscenza una lucida e convincente panoramica sulle vicende che hanno caratterizzato la storia a partite dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale fino alla caduta del Fascismo e, quindi, dalla Guerra di Liberazione dal giogo nazista alla Resistenza. All'Ambasciatore ha fatto eco il Col. Giancarlo Giulio Martini, Direttore della Rivista: "Il Secondo Risorgimento d'Italia" che ha illustrato le vicende di taluni protagonisti ed Eroi quali Salvo D'Acquisto, i Martiri di Fiesole, il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, insieme a militari italiani in servizio, congedo e civili e ha presentato un quadro d'insieme dell'impegno profuso dalle nostre Forze Armate per la liberazione d'Italia dagli usurpatori.
Numerosi gli interventi dei cultori della storia presenti in sala che hanno condiviso ricordi e personali e memorie ad essi ritrasmesse dai nonni, genitori o congiunti.
Vista la riuscita della manifestazione i due sodalizi, con la proloco, si sono riproposti di ripetere l'incontro il prossimo autunno coinvolgendo i giovani e gli studenti.
In ricordo dell'evento la Presidente Velonà ha donato ai relatori un pregevole dipinto che ritrae i Bronzi di Riace su uno sfondo reggino; il Segretario aggiunto dell'ANCFARGL Luogotenente Guido Picchi, ha consegnato agli organizzatori ed alle autorità presenti la Rivista "Il Secondo Risorgimento d'Italia" di Storia Patria, civile e Militare, Libri sulle Città decorate di Medaglia al Valor Militare, sulla Folgore e sulla Resistenza in Italia, attestati "Al Merito" e l'artistico medaglione ricordo del 20esimo anniversario della Istituzione del "2° Risorgimento d'Italia" e della 50esima edizione dell' omonima Rivista.