Reggio Calabria
 

Siglata intesa tra Liceo musicale Rechichi di Cinquefrondi e l’A.Gi.Mus.

Firmato il protocollo d'intesa tra Liceo Musicale G. Rechichi di Cinquefrondi e l'A.Gi.Mus. Sezione Città Metropolitana di Reggio Calabria, arriva subito il bis (dopo la rappresentazione delle "Nozze di Figaro) di riconoscimenti e soddisfazioni per la d.ssa Francesca Maria Morabito. dirigente dell'Istituto e il M° prof. Alessandro Bagnato, presidente dell'associazione reggina; un accordo, quello siglato tra i due enti, che – si legge in un comunicato stampa dell'istituto scolastico e dell' A.Gi.Mus. - assume una straordinaria valenza socio-culturale, ancorché stipulato in un territorio difficile e povero come quello della Piana, in virtù degli obiettivi che si prefigge di raggiungere.
Non si tratta, infatti, di mera ospitalità e collaborazione, ma di una presenza organica e di un ruolo fondamentale per la diffusione della cultura musicale nel nostro territorio, che travalica anche i confini della nostra regione, così com'è accaduto in occasione del Festival Nazionale dei Musical: il "Premio PriMO".
Tanti sacrifici, ma anche tantissimi consensi dal pubblico e dalla critica presente per il cast che il 7 giugno scorso è stato invitato presso il prestigioso Teatro Spazio Diamante in Roma, dove è stato presentato un estratto del Musical "Lancillotto, l'amore tutto trasforma", in quanto inserito nella chermesse della serata insieme agli undici lavori finalisti del premio "PriMO", concorso italiano del musical originale nella serata presentata da Valentina Gullace e Marco Stabile e organizzata da Franco Travaglio con la collaborazione di Viola Produzioni, Teatro Giovani Torrita, AMTA Rome, Musical.it e Compagnia delle stelle.
Il musical su Sant'Andrea Avellino (al secolo Lancillotto Avellino nato a Castronuovo Sant'Andrea 1521 morto 10 novembre 1608 a Napoli e proclamato santo nel 1712 da papa Clemente XI), commissionato dall'ordine dei teatini di Roma, il cui soggetto è stato scritto da padre Vincenzo Cosenza "Lancillotto" porta le firme di Claudio Bagnato per le liriche e la regia e di Alessandro Bagnato e Christian Gara per le musiche, mentre va ricordato che è dedicato anche patrono di Monasterace, cittadina della costiera ionica reggina, dove è stato rappresentato in prima assoluta.
Commissionato dall'ordine dei teatini di Roma, il cui soggetto è stato scritto da padre Vincenzo Cosenza il musical, porta le firme di Claudio Bagnato per le liriche e la regia e di Alessandro Bagnato e Christian Gara per le musiche.
Ad interpretare Lancillotto Avellino Lorenzo Pelle, Costanza Manzi Irma Calabrò e nel ruolo di Satana Alessandro Gerard Stracuzzi.

Come si diceva in premessa, la tappa Romana è stata resa possibile dalla sinergia tra il Liceo Musicale di Polistena – Cinquefrondi "G.Rechichi" diretto dalla dott.ssa Francesca Maria Morabito, con l'A.Gi.Mus. sezione città Metropolitana di Reggio Calabria presieduto dal M° Alessandro Bagnato e dall'apporto tecnico dell'Associazione "Calliope" - vallata dello Stillaro presieduta da Giuseppe Gara, con il prezioso apporto di una rappresentanza del coro polifonico di San'Eufemia in Aspromonte "Cosma Passalacqua" diretto dal maestro Angela Luppino e del balletto della HanDanceCenter di Reggio Calabria (Teresa Varamo, Dalila Gioè, Elisa Agostino), coreografie Olena Honcharenko.
Il coro del liceo musicale "G. Rechichi" è stato invece formato da: Luisa Angiletta, Ramona Luci, Laura Martinelli, Marta Di Bartolo, Aleandra Bruzzese, Rosa Piasano, Maria Pisano, Mariarosa Bovalina, Dayana Lombardo, Noemi Zerbo, Teresa, Maria Pia Cannatà, Miriam Tripodi, Mariadea Calautti con il contributo indispensabile della prof.ssa Marica Laganà.
Opera vincitrice assoluta della sesta edizione Favolah con testo di Eleonora Benedetti ed Erica Picchi, musiche e arrangiamenti Emanuele De Rosas. Secondo e terzo posto rispettivamente a Cinema Future Show e Clinik Book
Durante ala serata, accolta con grande euntusiasmo dal pubblico romano in una platea completamente sold-out, è andato in scena un omaggio a Tony Cucchiara con l'esecuzione di due brani tratti dalla Baronessa di Carini da parte di Annalisa Cucchiara e Luca Notari; presentato inoltre anche un saggio del musical thriller "L'ascensore" con l'interpretazione di Danilo Brugia, Luca Giacomelli Ferrarini ed Elena Mancuso.
Il finale è stato impreziosito da un meedly dedicato ai successi della Compagnia della Rancia a cura di Stefania Fratepietro (voce) e Marco Bosco (piano), insignito anche il produttore Michele Renzullo con un Premio Speciale per la Diffusione del Teatro Musicale.
Il Premio, primo e unico riconoscimento nel suo genere nel nostro Paese, è nato per incoraggiare la creazione di nuovi musical originali in italiano, realizzando, in collaborazione col portale musical.it, la vetrina aperta a tutti gli appassionati e agli addetti ai lavori, favorendo l'ascesa di nuovi autori, compositori, librettisti e liricisti per promuovere la crescita del Teatro Musicale Italiano.