Reggio Calabria
 

Villa San Giovanni (RC), IdV diserta manifestazione "Rete Legale": "La criminalità non si combatte con l'ipocrisia"

"Né come singoli, né come organizzazione politica. Italia dei Valori non parteciperà alla manifestazione locale indetta da "Rete Legale" per il 22 giugno prossimo a Villa San Giovanni, perché la stessa appare contraria alle logiche democratiche, figlia di metodi non condivisibili e pone a rischio i presupposti da cui era nata l'iniziativa in risposta all'escalation di attentati a beni pubblici e privati". E' quanto si legge nella nota congiunta diffusa da Francesco Molinari, già Senatore della Commissione Parlamentare Antimafia, ed Antonio Morabito, Responsabile Cittadino Idv.

"Nelle scorse settimane, peraltro, Italia dei Valori ha espresso serie considerazioni – ed altre ne verranno – rispetto a meccanismi che sono subito apparsi perversi, morbosi, chiedendo all'Amministrazione Comunale di chiarire ruoli e dinamiche di fronte a vicende, anche giudiziarie, che attengono alla questione dell'attraversamento sullo Stretto ed ai rapporti tra il Comune, l'ANAS e le Compagnie di Attraversamento.
Il silenzio che ne è derivato, da parte di quasi tutte le forze politiche e dal mondo associativo, è la plateale dimostrazione di un clima di soggezione che fa a pugni con l'esigenza primaria di difendere la legalità in ogni sua forma e manifestazione, sia essa comune che organizzata, che lascia emergere una Comunità priva di rappresentanza e di riferimenti.
Già questo aspetto esprime una patologia grave, che intacca alla base ogni concetto di legalità. Ma addirittura l'avere anche "richiesto" un patrocinio, non già del Consiglio Comunale ma dell'Amministrazione Comunale reticente, oltre ad indurre ad una valutazione circa la serietà delle denunzie espresse da IDV, suggerisce un'intesa tra promotori/organizzatori della manifestazione e la contestata parte politica, dai quali è necessario e vitale rifuggire. A nulla valendo il tentare di coprire l'errore commesso richiedendo il patrocinio di altri Enti.
La gestione antidemocratica di un'organizzazione che raccoglieva l'adesione di diversi gruppi e organizzazioni, ha portato a queste scelte incomprensibili e ad un inusuale fretta di apparire piuttosto che discutere e riempire di contenuti un evento che avrebbe dovuto essere significativo.
Italia dei Valori e suoi esponenti e rappresentanti, dunque, non ci sarà, pur rimanendo in campo a difesa dei valori della legalità. Tanto è vero che imminente l'annuncio a livello di adesione alla manifestazione nazionale, indetta da CGIL-CISL-UIL, per lo stesso 22 giugno a Reggio Calabria, in difesa della legalità, dello sviluppo e del lavoro".