Princi (Uiltmp) scrive al prefetto: “Dirimere la questione dei lavoratori ex Lsu-Lpu del Comune di Siderno”

Dopo la diffida dei giorni scorsi nei confronti del Comune di Siderno in merito alla revoca della delibera di fabbisogno di personale che prevede esclusivamente assunzioni esterne, a tutt'oggi priva di risposta , la Uiltemp si appella al Prefetto di Reggio Calabria .

"Insistiamo nel ribadire- scrive Stefano Princi- che la suddetta delibera è in netto contrasto con la finalità del contributo erogato al Comune di Siderno dal 2015 a tutt'oggi da parte di Stato e Regione.

Il totale costo – continua il Segretario - dei contratti a termine dei lavoratori ex lsu/Lpu, e' finalizzato alla stabilizzazione degli stessi,così come previsto dalla normativa vigente "valorizzazione dell'esperienza professionale del personale con contratto di lavoro flessibile e superamento del precariato ".

Abbiamo ritenuto doveroso - continua - rivolgerci alla massima Istituzione Governativa della Città, affinché si possa dirimere tale incresciosa situazione che, ad oggi , ripetiamo, non consentirebbe nessuna stabilizzazione di questi lavoratori che rappresentano il precariato storico calabrese.

Perciò- conclude Princi-prima di mettere in campo una forte azione sindacale a difesa dei lavoratori ex Lsu Lpu confidiamo nell'autorevole intervento del Prefetto affinché l'atto deliberato possa essere rivisitato".

Creato Venerdì, 24 Maggio 2019 12:21