Reggio Calabria
 

Ignora l’alt e tenta la fuga: arrestato 29enne nella Locride per guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale

Violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d'ebrezza alcolica. Con queste accuse i carabinieri della Compagnia di Locri, assieme ai colleghi del Commissariato della Polizia di Stato di Bovalino, hanno arrestato Davide Ceravolo, 29enne di Bovalino.
L'uomo, la notte scorsa, è stato in un primo momento sorpreso da personale del Commissariato di Polizia di Stato di Bovalino ad effettuare manovre pericolose per la sicurezza della circolazione stradale e successivamente ha omesso di fermarsi all'alt impostogli da una pattuglia della Stazione Carabinieri di Ardore. Inseguito da Carabinieri e Polizia, dopo una rocambolesca fuga per le vie di Ardore, l'uomo è stato bloccato grazie anche all'intervento di un equipaggio della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Locri fatto giungere sul posto. Fermata l'auto, il giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha cercato invano di sottrarsi ai controlli opponendo viva resistenza nei confronti degli operanti.

Ceravolo, sottoposto ad accertamenti sanitari presso l'Ospedale di Locri, è risultato con un tasso alcolemico molto superiore ai limiti consentiti dalla legge, per i quali è previsto il deferimento all'autorità giudiziaria e il ritiro della patente di guida.
Su disposizione dell'autorità giudiziaria l'arrestato è stato ristretto ai domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio con rito direttissimo.