Reggio Calabria
 

Princi (Uiltemp): "Incomprensibile scelta della Commissione prefettizia del Comune di Siderno, prevedere assunzioni dall’esterno senza tenere conto dei lavoratori ex Lsu Lpu"

La delibera n 80 dello scorso 3 maggio adottata dalla Commissione Straordinaria del Comune di Siderno, avente per oggetto "Piano triennale dei fabbisogni di personale relativo al triennio 2019/2021 e Piano annuale delle assunzioni 2019" ha interrotto il processo di stabilizzazione dei lavoratori ex Lsu Lpu , a fronte di una cospicua capacità assunzionale , circa 260.000 per la sola annualità 2019; la terna Commissariale ha deciso il solo reclutamento dall'esterno senza aver tenuto in considerazione , dopo più di vent'anni, i propri precari, questo è quanto denuncia in una nota il Segretario Provinciale Uiltemp Stefano Princi. Ma come si suol dire anche in questo caso "oltre il danno la beffa" , perché la decisione assunta oltre a spegnere le speranze di chi legittimamente aspettava il proprio " turno" testualmente recita " professionalità altamente specializzate non rinvenibili tra il personale contrattualizzato e proveniente da bacino lsu/lpu". Inoltre riteniamo che quello della Commissione Straordinaria non sia il modo giusto di utilizzare i fondi pubblici destinati alle stabilizzazione dei lavoratori ex Lsu Lpu, per poi non stabilizzare gli stessi. Ci auguriamo che chi oggi amministra il Comune di Siderno non si sia resa conto della gratuita mortificazione nei confronti di questi lavoratori precari che quotidianamente svolgono con abnegazione il proprio lavoro e per questo abbiamo prontamente diffidato il Comune di Siderno a revocare nell' immediato la delibera di fabbisogno auspicandoci l'apertura di un tavolo di confronto che tenga principalmente conto della stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato ex Lsu Lpu. Certamente - conclude Stefano Princi - non ci possiamo fermare dinnanzi a tali ingiustizie e sin da subito siamo pronti a scendere in campo affinché tutto ciò possa essere evitato.