Reggio Calabria
 

Reggio, il Pcl a Falcomatà: “Intitolare Arena dello Stretto a Gramsci”

"In occasione del 25 Aprile 2019 il Partito Comunista dei Lavoratori rivolge all'Amministrazione Comunale di Reggio Calabria la richiesta sottoscritta da centinaia di cittadini e cittadine di intitolare l'Arena sullo stretto situata nell'area del lungomare Italo Falcomatà ad Antonio Gramsci.

La richiesta vuole evidenziare la necessità di manifestare l'identità antifascista di Reggio Calabria e di cancellare ogni traccia di una sottocultura reazionaria. Ciò vale ancor più in un presente carico di minacce neoautoritarie. Riteniamo superflua una presentazione minuziosa della figura di Antonio Gramsci a supporto di questa richiesta.

Gramsci è stato un grande dirigente del movimento dei lavoratori, fondatore di un partito che lottava per la loro liberazione da ogni forma di oppressione sociale, di sfruttamento e di discriminazioni. Gramsci è stato un intellettuale di altissimo rilievo, attento ai rapporti tra società e sfera culturale. Gramsci è stato attento alla questione meridionale sviluppando l'idea di un grande blocco storico tra tutti gli oppressi che cementasse l'unità del nord e del sud per una profonda alternativa sociale. Il suo messaggio è oggi ancor più attuale in un contesto dominato da razzismo e dall'odio contro stranieri e migranti". Lo afferma il Partito Comunista dei lavoratori.