Reggio Calabria
 

Donazione uova di Pasqua in ospedale a Reggio Calabria da parte delle associazioni “Retesociale” e “Arte, musica e parole”

Giorno 20 Aprile 2019 nel pomeriggio le Associazioni socio-culturali e di volontariato "Arte, musica e parole" e "Retesociale", con alcuni loro rappresentanti, hanno fatto visita agli ospiti dei reparti di Pediatria ed Ematologia dell'Ospedale Riuniti di Reggio Calabria, in particolare consegnando e omaggiando gli ospiti più piccoli sia dei reparti elencati che quelli incontrati in tutta la struttura di simboliche Uova di Pasqua, simbolo della ricorrenza e del periodo. I bambini ospiti e le famiglie si sono dimostrate entusiaste e sorprese dell'omaggio, ringraziando i volontari per l'impegno e la sensibilità, ma ancora di più soddisfatti sono stati i volontari, che con un mix tra commozione e allegria, hanno rallegrato il pomeriggio e, come ribadito da loro stessi, hanno riscoperto il vero senso della Pasqua e del donare attraverso i sorrisi dei più piccoli.

Le due associazioni riprendono e proseguono un percorso di collaborazione importante e prospero già avviato da tempo e che oggi vede un ennesimo successo, oltre che un bel segnale e simbolo per tutta la cittadinanza. Il presidente dell'Ass."Arte, musica e parole" Paolo De Stefano, commosso, ha ringraziato i volontari, i medici, gli infermieri e tutti coloro che hanno consentito l'iter burocratico del dono, ma ancora di più i volontari di entrambe, ribadendo l'importanza dell'Uniti si vince e del sorridere stando assieme.

Il presidente dell'Ass."Retesociale", invece, Monorchio Bruno, unendosi ai ringraziamenti, ringrazia anche e soprattutto i bambini e le famiglie che attraverso i loro sorrisi, hanno fatto riscoprire l'essenza della Pasqua e la bellezza del riscoprire la vita nelle piccole cose. Il dono più bello e la sorpresa più bella, a suo parere, da queste uova non è stata data ai bambini ma loro stessi l'hanno data ai volontari con i loro volti felici e questo è stato il più bel e pieno gesto di gratitudine che si potesse ricevere.

Le due associazioni sono ormai da tempo in collaborazione e operano nell'ambito del sociale con iniziative lodevoli, che costituiscono esempio e modello per tutta la cittadinanza, anche perché il loro impegno nel portare allegria in ambienti, anche difficili, come ospedali o cliniche sono importanti per una comunità che vuole scoprire e riscoprirsi.

Questo per entrambe le associazioni vuol dire Buona Pasqua a tutti e comunque, soprattutto per chi soffre e soprattutto se chi soffre è un bambino, che ha pur sempre il diritto e il dovere di ridere e sorridere.