Reggio Calabria
 

Nuove adesioni a "Reggio libera Reggio - la libertà non ha pizzo"

Sono 7 le aziende che venerdì 29 marzo entreranno a far parte del gruppo di imprese aderenti a "Reggio Libera Reggio -la libertà non ha pizzo", una campagna di civiltà, nata a Reggio Calabria nel 2010 su iniziativa del Coordinamento cittadino dell'associazione LIBERA. Sale così a 62 il numero delle imprese dell'area reggina che, come recita il regolamento di RLR, decidono di far parte di "una rete solidale tra coloro che non si sono piegati alla logica del taglieggiamento e coloro che, pur essendone stati vittime, hanno avuto il coraggio di reagire".

Le richieste di adesione, sottoscritte da parte del Rappresentante Legale dell'impresa, sono state verificate attraverso la procedura prevista dal regolamento, che ne ha riscontrato la conformità ai fini e agli scopi dell'associazione Libera e della campagna. La consegna dei logo adesivo , che ogni azienda esporrà all'ingresso della propria sede operativa, renderà visibile la scelta di legalità da esse praticata e ne faciliterà l'individuazione da parte dei 904 cittadini ad oggi iscritti alla rete dei "Consumatori responsabili", che si impegnano a fare i propri acquisti presso gli esercizi commerciali e le imprese aderenti alla campagna "Reggio libera Reggio".

L'appuntamento è presso i locali dell'Urban Center di via Tommaso Campanella, con inizio alle ore 18 e si aprirà con una relazione che illustrerà la diffusione dell'iniziativa nel territorio regionale e le attività in programma nei prossimi mesi. Faranno da corona alla cerimonia le Autorità cittadine, le numerose imprese della rete RLR e rappresentanti delle associazioni cittadine.