Reggio Calabria
 

Reggio, il Sul proclama sciopero dei dipendenti di Villa Serena

"Il Sul ha proclamato lo sciopero dei dipendenti di Villa Serena, per 24 ore il 21 marzo prossimo, dopo le prescrizioni di legge emanate dalla Commissione di Garanzia per gli Scioperi.

Da tempo contestiamo le violazioni contrattuali e di legge in questa Azienda ed abbiamo provato, con pazienza infinita, a costruire un percorso di dialogo e di superamento delle irregolarità. Alla nostra buona volontà si è risposto con una chiusura netta e con atti provocatori ed illegittimi verso il sindacato e i dipendenti. L'artificiosa ed ingiustificata interpretazione ed applicazione del Contratto Nazionale, scelto senza consultazione della sigla sindacale maggioritaria, ha significato la perdita stipendiale secca di circa 200 euro per i dipendenti in servizio per turni sulle 24 ore.

Il contenzioso legale che stiamo mettendo in atto, unito a quello che già c'è, diventa corposo e consistente ma non è rimasta alcuna alternativa per chi vuole difendere e tutelare i diritti individuali e collettivi. È dimostrato che a nulla sono valse le mediazioni degli organi dello Stato (Prefettura e Ispettorato del Lavoro) per il persistere di atteggiamenti aziendali sordi a ogni ragionamento.

Perciò abbiamo proclamato lo sciopero e proseguiremo senza sosta nella difesa dei diritti elementari dei lavoratori, a cominciare dalla tutela dello stipendio che deve essere congruo e non penalizzato e dal ripristino della libertà di associazione sindacale, gravemente messo in discussione. I dipendenti si riuniranno all'esterno della Casa di Cura a partire dalle ore 9 del 21 marzo". Lo scrive in una nota il segretario generale del Sul di Reggio Calabria, Aldo Libri.