Reggio Calabria
 

Reggio, “Operazione Underwood”: un evento di beneficenza del Rotaract Club per raccogliere fondi per la poliomielite

Il softair è un'attività sportiva ludico ricreativa basata sulla simulazione di azioni militari. I tornei di questa disciplina sono sempre più diffusi radunando da ogni parte del mondo e del nostro paese un numero crescente di appassionati. Proprio per questo, il Rotaract Club Reggio Calabria ha deciso di organizzare lo scorso 15 e 16 dicembre un grande evento di beneficenza,"Operazione Underwood",in collaborazione con la VirtusItalianSoftair calabrese. Le squadre di softair di tutta la regione si sono scontrate a Reggio Calabria per raggiungere, come sapientemente descritto nel book del torneo, un solo obiettivo: debellare la Polio!

L'organizzazione ha pensato proprio a tutto, non solo ha costruito ad hoc delle sfide e dei moduli che ogni team deve affrontare ma ha fatto si che tutto ruotasse attorno ad una storia ben fatta e pensata.

Di seguito il plot che è stato fornito alle squadre: "Il dottor Victor Drago biologo molecolare russo che lavora in Australia per una grande azienda farmaceutica, la NerviniusFarmaceuticals, muore in quello che sembra essere, apparentemente un incidente, mentre è in viaggio per l'Italia. Nel messaggio inviato poco prima di partire all'amico Guglielmo Giuliani, un agente di un reparto armato investigativo privato Italiano, "il R.A.I."Victor parla in modo poco chiaro di qualcosa chiamato "S4-a1k", dicendo di avere solamente venti ore di tempo per raggiungere l'Italia.
Giuliani ha il compito di scoprire perché Drago è stato ucciso e che cosa si nasconda dietro al nome di "S4-a1k". Per questo motivo chiama a rapporto il suo reparto speciale.
Tramite intercettazioni e indagini Giuliani viene a conoscenza che "S4-a1k" è un antivirus per la Poliomielite.
E' qui che entra in gioco Carl Kimmich, ex collega di Giuliani, che travestitosi da quest'ultimo ha fatto esplodere la macchina sulla quale viaggiava il biochimico.
Lo scopo di Kimmich è diventare il maggiore azionista della NerviniusFarmaceuticals, detentrice del virus della poliomielite, sulla quale sappiamo si stavano facendo delle ricerche, ed il dottore a capo del reparto ricerca è proprio Victor Drago. Il suo progetto è quello di far scoppiare una grande epidemia di "Poliomielite" e arricchirsi in seguito alla vendita del vaccino di cui solo lui dispone.
Giuliani deve impossessarsi del virus della poliomielite chiuso nel laboratorio dell'azienda farmaceutica, prima che possa cadere in mani sbagliate. Questo è il nostro unico obbiettivo, e dobbiamo raggiungerlo ad ogni costo!"

Per portare avanti la missione ogni squadra ha poi dovuto raggiungere ben 7 "obiettivi": alcuni soci del Rotaract Club Reggio Calabria si sono calati nelle vesti di personaggi/obiettivi in grado di indirizzare i team, seguendo il filo narrativo, verso gli step successivi.

La manifestazione si è infine conclusa con la premiazione delle squadre.
Ogni squadra ha infine devoluto 50 euro al programma "END POLIO NOW" raccogliendo la cifra di 850 euro!
Nella giornata di venerdì 8 febbraio il Presidente della Virtus, Giovanni Farris, ha consegnato l'assegno simbolico al Presidente del Rotaract Club Reggio Calabria, Rodolfo Caminiti.

Si è così conclusa questa manifestazione con l'obiettivo principale, nel nostro piccolo, di poter dare un contributo all'eradicazione della Poliomielite nel mondo.