Reggio Calabria
 

Lsu-Lpu, "La città futura" Gioia Tauro: "Governo dia risposte certe"

"'esercito silente dei precari proprio in questi giorni si sta mobilitando contro l'assoluta mancanza di chiarezza per ciò che riguarda il loro futuro.

Il Governo nazionale abdica il progetto per un inquadramento definitivo e per nulla convinta sembra il Ministro del Sud Barbara Lezzi, quando parla di una generica e fumosa proroga dei contratti.

Ovviamente non un impegno scritto da parte del Governo, ma in linea con i due vice-premier, si limita a postare un video messaggio "incoraggiante" sui social, dimenticandosi forse che in gioco c'è il lavoro di 4500 calabresi e la dignità delle loro famiglie, per lo più monoreddito". Lo si legge in una nota dell'associazione "La città futura" di Gioia Tauro.

"Il Governo nazionale ha il dovere di dare risposte certe e non eludere le tante aspettative di questi lavoratori.

Auspichiamo che anche la Regione faccia sentire la sua voce, con azioni concrete per convincere il Governo a cambiare rotta ed inserire nella legge di bilancio in modo strutturale e definitivo la somma necessaria per garantire, anche negli anni a venire, gli stipendi a questi lavoratori, senza i quali, i Comuni calabresi avrebbero enormi difficoltà ad offrire i servizi primari ai cittadini

Conosciamo bene il mondo degli ex LSU-LPU, quasi 100 di loro sono di Gioia Tauro, precari da ben 20 anni, costellati da false promesse ed aspettative deluse".

Città Futura "sempre in prima linea nella battaglia per il lavoro e la dignità, sarà al loro fianco anche nella grande manifestazione in programma nei prossimi giorni a Roma, con una delegazione dell'associazione gioiese".