Reggio Calabria
 

Iemma (Confcomsumatori): "Annus horribilis per i cittadini di Laureana di Borrello"

"Stanno aumentando le richieste di aiuto dei cittadini di Laureana di Borrello per la raffica di cartelle e avvisi di pagamento che si sono visti recapitare nel corso del 2018.
Con molta naturalezza e disinvoltura, il Comune pretende dai cittadini il pagamento della fornitura idrica degli anni 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018; della TARI 2017 e 2018, Se a ciò si aggiunge l'IMU già pagata a giugno e quella da pagare a dicembre, ci si rende conto di quale spropositato peso sia crollato sui cittadini".
Lo si legge in una nota del Presidente di Confconsumatori Reggio Calabria, Antonio Iemma.

La Confconsumatori, Federazione Provinciale di Reggio Calabria, ritiene "sia sommamente ingiusto caricare le fragili economie della maggior parte delle famiglie laureanesi, pretendendo il pagamento di somme considerevoli in un arco di tempo così ristretto".

"In un periodo in cui molte persone sono costrette a rinunciare alle cure mediche per difficoltà economiche, si compie una fredda operazione burocratica, insensibile alle conseguenze individuali e sociali provocate. I cittadini stanno passando rapidamente dal senso di sgomento all'irritazione, dalla protesta alla rabbia per ciò che percepiscono come una vera e propria persecuzione.
Chiediamo alla Commissione Straordinaria, sotto forma di interrogazione, perché gli avvisi non sono stati notificati negli anni passati? Di chi è la responsabilità per queste omissioni? Cosa succederà nel caso in cui molti non potranno far fronte ai pagamenti? Si procederà alla riscossione coattiva tramite ruoli esattoriali, facendo piombare molte famiglie nella disperazione?
A queste domande aggiungiamo quella, non meno importante, relativa all'aumento esorbitante della TARI 2018 rispetto a quella del 2017".

La Confconsumatori "nel chiedere infine alla Commissione Straordinaria un incontro immediato per discutere sulle misure da approntare per correggere, necessariamente, la pesantezza e l'ingiustizia delle scelte effettuate, si impegna a fornire consulenza e assistenza ai cittadini, soprattutto sugli aumenti della TARI 2018, su cui non sembra esservi adeguata giustificazione".