Reggio Calabria
 

Digiacco (Mns): “In quale struttura di accoglienza sono stati trasferiti 44 migranti sbarcati sulla spiaggia di Cala Janculla?”

"Il 19 ottobre scorso, sulla spiaggia di Cala Janculla di Seminara, sono sbarcati 44 immigrati di nazionalità curdo-irachena subito soccorsi da guardia costiera e polizia.

A questo punto mi chiedo in quale struttura di accoglienza siano stati trasferiti, sperando che non sia stata scelta la tendopoli di San Ferdinando, nel silenzio delle istituzioni e della politica.

Non si può più accettare questa scelta di decadimento territoriale calata dall' alto.

La tendopoli può ospitare 500 persone circa, per cui il resto va a finire nel ghetto della baraccopoli.

Ciò detto, chiedo per l'ennesima volta, la chiusura della tendopoli e lo smantella mento della baraccopoli di San Ferdinando, al fine di porre un freno al buonismo nei confronti di un fenomeno, quello dell' immigrazione clandestina, che il governo ha quasi completamente debellato.

Si guardi, invece, all' area Zes su cui giacciono i siti interessati, come area di investimento industriale, imprenditoriale e di retroporto per il sud italia". Lo scrive in una nota Maria Carmela Digiacco, dirigente nazionale del Movimento nazionale per la sovranità'.