Reggio Calabria
 

"Gambling", accolta richiesta patteggiamento: pene ridotte per sei imputati

giocoonline0405Accolte le richieste di patteggiamento e condanne ridotte per sei imputati coinvolti nell'inchiesta "Gambling" sul gioco d'azzardo illegale internazionale, condotta nel 2015 dalla Dda di Reggio Calabria, quando furono sequestrati beni per oltre 2 miliardi di euro.

Il provvedimento odierno riguarda l'avvocato Andrea Vianello (da 8 anni a 2 anni e 6 mesi, con dissequestro e restituzione dei beni sequestrati), Margherita Giudetti (da 6 a 2 anni di reclusione), Domenico Manti (da 6 a 2 anni), Fortunato Stracuzzi (da 6 a 2 anni), Dario Montuori (da 4 a 2 anni) e Domenico Madeo (da 4 anni a 1 anno, 6 mesi e 20 giorni). Per tutti è stata cancellata l'aggravante del metodo e dell'agevolazione mafiosa.

A questi soggetti è stata, infatti, riconosciuta la mancata consapevolezza che la partecipazione all'associazione finisse per avvantaggiare la 'ndrangheta, come è poi emerso dai verbali del super pentito Mario Gennaro.

Il patteggiamento è stato, inoltre, rifiutato dalla Procura per altri soggetti che ne avevano fatte richiesta.