Reggio Calabria
 

Reggio, Università “Mediterranea” al via la 19a edizione della manifestazione “Prim’Olio”

Al via con il convegno "MediTERRAneo d'OLIO" e le degustazioni guidate degli oli del mediterraneo, la 19a edizione della manifestazione Prim'Olio, organizzata dall'associazione Saperi & Sapori di Calabria Prim'Olio in collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria. L'appuntamento è per venerdì 12 ottobre presso l'aula seminari del Dipartimento di Agraria.

Sabato 13 ottobre 2018 invece la manifestazione si sposterà a San Giorgio Morgeto, presso l'Olearia San Giorgio, con la tavola rotonda dal titolo: "La Calabria I.G.P." che si concluderà con la consegna dei premi Prim'Olio 2018 e la degustazione di prodotti agroalimentari calabresi.

Una due giorni in cui gli addetti del settore si ritrovano per discutere di competitività del settore, qualità degli oli e del ruolo che possono giocare i marchi di origine in una regione mediterranea sempre più competitiva, nella quale la Calabria deve continuare a rivestire il ruolo di protagonista.
Venerdì 12 ottobre 2018 ore 15:30 Aula seminari (Feo di Vito) del Dipartimento di Agraria della Mediterranea "mediTERRAneo d'OLIO" la produzione dell'olio d'oliva nella regione mediterranea

Programma ore 15.30
Saluti:
Giuseppe Zimbalatti – Direttore del Dipartimento di Agraria UNIRC
Domenico Fazari- Presidente Prim'Olio Saperi e Sapori di Calabria
Francesca Giuffrè – Presidente Ordine Agronomi e Forestali di Reggio Calabria

Interventi:
ITALIA: Amalia Piscopo
MAROCCO: Abderrahim Ezzaher
SPAGNA: Susana Romera Arias
ALGERIA: Souraya Benalia
GRECIA: Sotiris Anagnostopoulos
TUNISIA: Imen Belgacem

Coordina: Carmelo Orlando - Capo Panel Prim'Olio
ore 16:10
"mediTERRAneo d'OLIO"Degustazioni guidate degli oli del mediterraneo Coordina: Rosario Franco – Assaggiatore olio d'oliva
ore 20:00
Ristorante L'Accademia - Reggio Calabria
PRIM'OLIO TASTE Cena a quattro mani con protagonista della tavola L'EVO di Calabria a cura degli chef: Filippo Cogliandro e Antonello De Marco