Reggio Calabria
 

Ecco il progetto "Rotary a Scuola: Educazione, Aggregazione e Benessere. Lotta all'obesità infantile"

Firmato il 22 settembre 2018 il protocollo d'intesa tra l'Istituto Comprensivo Statale "De Amicis Bolani", il Rotary Club Reggio Calabria Nord e il Rotaract Club Reggio Calabria per la realizzazione del progetto "Rotary a Scuola: Educazione, Aggregazione e Benessere. Lotta all'obesità infantile".
I firmatari il dirigente scolastico, Dott. Giuseppe Romeo, la Presidente del Rotary Club Reggio Calabria Nord, Dott.ssa Alessandra Testa, ed il Presidente del Rotaract Club Reggio Calabria, Dott. Rodolfo Caminiti, si sono dichiarati soddisfatti di aver finalmente avviato un progetto che avevano cominciato a pianificare già nella scorsa primavera.

L'obiettivo è quello di ridurre l'incidenza del sovrappeso sin dall'infanzia affinché non si diventi in età adulta potenziali candidati per gravi malattie cardiovascolari e metaboliche.

I numeri sono impressionanti: i bambini dai 6 agli 11 anni in Italia il 23,6% sono in sovrappeso e il 12,3% sono obesi; in Calabria il 26% sono in sovrappeso e il 16% sono obesi.
Si tratta di condizioni che comportano nei bambini un forte disagio fisico, psicologico e sociale, ma soprattutto sono la causa di molti problemi di salute, sia nell'infanzia che, più tardi, nell'età adulta.

I veri protagonisti del progetto saranno infatti gli alunni della scuola che seguiranno nei prossimi mesi due diversi moduli.

Il primo, di attività sportiva, verrà realizzato con il fine di far sviluppare ai piccoli partecipanti, in maniera sana ed armonica, le proprie abilità motorie ed esecutive.

Il secondo modulo verterà invece sull'educazione alimentare e verrà tenuto da specialisti della nutrizione che insegneranno ai bambini i principi di una sana e corretta alimentazione.

L'intero progetto vedrà la collaborazione attiva dei soci medici del Rotary Reggio Calabria Nord e dei soci medici del Rotaract Club Reggio Calabria, coinvolti in prima persona sia nel modulo di attività motoria sia per quanto concerne l'alimentazione, nonché insegnanti, presidenza scolastica e genitori dei ragazzi.