Reggio Calabria
 

"No a licenziamenti", tre giorni di sciopero al porto di Gioia Tauro

Gioia Tauro Porto nuova 4Le assemblee dei portuali che si sono svolte oggi hanno confermato i tre giorni di sciopero indetto da Cgil, Cisl e Sul al porto di Gioia Tauro nei giorni 14, 15 e 16 agosto. Una protesta che punta a bloccare la decisione di Medcenter Container Terminal di licenziare un portuale dopo essere stata condannata dal giudice del lavoro del Tribunale di Palmi a reintegrare un dipendente licenziato nel luglio dello scorso anno, quando venne applicata una riduzione di personale di 377 unità. Di questi molti hanno fatto ricorso. In caso di accoglimento, per decisione di Mct, saranno licenziati altri portuali. Una scelta contestata dalla organizzazioni sindacali che chiedono che la società del gruppo Contship Italia faccia marcia indietro evitando una guerra tra portuali dagli esiti incalcolabili. Lo sciopero verrà attuato nonostante una convocazione al Ministero alle Infrastrutture fissata con le parti il prossimo 10 settembre e nonostante i tentativi di mediazione del Prefetto di Reggio Calabria e della Port Authority che non sono riusciti ad aprire nessuna breccia nella strategia di Mct.

La Filt Cgil, Fit Cisl e Sul, oltre a tentare di bloccare il licenziamento del portuale rivendicano "il ritardo del rilancio portuale e ancor peggio la dimostrazione di strapotere di Mct che con l'ultimo provvedimento - si legge in una nota - ha gettato nel panico centinaia di lavoratori. Chiediamo ad Mct di invertire il senso di marcia dimostrando la volontà di intraprendere un percorso costruttivo partendo dalla revoca del licenziamento impegnandosi al rilancio del porto con investimenti concreti e le giuste attenzioni verso il personale che ad oggi lamenta un intenso utilizzo sui mezzi operativi con produttività al limite della sostenibilità. Chiediamo ad Mct di sostenere le condizioni di sviluppo per la possibilità di un percorso atto alla ricollocazione ed il reintegro al personale della Port Agency e di dimostrare attaccamento a questa terra garantendo serenità a tutti i lavoratori che svolgono un lavoro molto complicato qual'è il lavoro portuale". "Auspichiamo nella convocazione del Ministero dei Trasporti con il coinvolgimento del Ministro del lavoro ed il Ministro per il Sud - concludono i sindacati - affinché si apra un tavolo permanente d'interesse per l'area portuale di Gioia Tauro".