Reggio Calabria
 

Bambino di 10 anni ferito in agguato mafioso, Magorno e Bruno Bossio: "Chi colpisce così è un indegno"

magornoernesto15apr"L'unica colpa di trovarsi al posto sbagliato. Siamo profondamente colpiti dall'agguato avvenuto a Seminara, in cui l'esponente di una cosca è stato ucciso con evidenti modalità mafiose e un bambino di soli 10 anni è stata ferito gravemente all'addome e ora in un letto di ospedale combatte con tutte le sue forze. Chi non si ferma davanti a una giovane vita, chi spara e colpisce un bambino è un indegno e merita una unanime condanna pubblica. Sono ore delicate e attendiamo con ansia che dall'ospedale di Reggio Calabria possano arrivarci notizie positive sulle condizioni di Nicolay e siamo sicuri che gli inquirenti ci aiuteranno a capire presto chi sta dietro a queste menti e mani criminali. Tutta la Calabria in questo momento è accanto al bambino e alla sua famiglia". Lo affermano in una nota i parlamentari del Partito Democratico, Ernesto Magorno ed Enza Bruno Bossio.