Reggio Calabria
 

Al via la ventitreesima edizione della scuola estiva di alta formazione di astronomia di Stilo (RC)

La Società Astronomica Italiana, che ha il privilegio di collaborare, attraverso vari protocolli di intesa, con la Città Metropolitana di Reggio Calabria fin dal 1994 e che, attraverso un'articolata convezione, dal 2004 ha la responsabilità scientifica del Planetario Pythagoras, assieme all'Ente Città Metropolitana, alla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, all'Istituto Nazionale di Astrofisica ed al Comune di Stilo, organizza la XXIII edizione della Scuola Estiva di Astronomia di Stilo.
Ventitré anni di attività didattica e divulgativa i cui risultati sono testimoniati dai successi raggiunti dai giovani studenti calabresi nelle Olimpiadi nazionali ed internazionali e dai riconoscimenti istituzionali.
Il tema generale della scuola è: "Astronomia e Astrofisica nella progettazione di percorsi formativi".
La XXIII edizione della Scuola ha per tema: "Le spiegazioni scientifiche: aspetti storico-epistemologici e didattici" "L'esempio dell'Astronomia"
Il tema proposto favorisce l'acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della discipline scientifiche e consente ai docenti di guidare gli studenti ad approfondire le interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative. Inoltre – e soprattutto – permette di mettere i docenti nelle condizioni di sviluppare negli allievi le conoscenze necessarie per cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi all'interno di un quadro culturale che, riservando attenzione anche alle discipline umanistiche, consente di cogliere le intersezioni tra i vari saperi e di elaborare una visione critica della realtà. Abituarsi a vedere le discipline scientifiche da un punto di vista storico-epistemologico è sicuramente utile sia nella pratica didattica, sia per affrontare i problemi e le tematiche complesse associate al ruolo della scienza nella nostra società. Quanto programmato all'interno della scuola è in linea con il profilo culturale, educativo previsto dalla riforma della scuola secondaria di secondo grado che pone l'accento sulla necessità di costruire, attraverso il dialogo tra le diverse discipline, un profilo coerente e unitario dei processi formativi."

La scuola, a carattere residenziale, riservata a trenta docenti provenienti da tutta Italia, si terrà presso la gradevole struttura dell'Hotel Città del Sole e sarà aperta, alla presenza delle autorità il 23 Luglio alle ore 17.00, il prof Roberto Buonanno, direttore dell'Osservatorio Astronomico dell'Abruzzo terrà la conferenza di apertura con un intervento su: "Il "nostro" Tempo".
Le Istituzioni che organizzano la scuola, nel loro Statuto non hanno solo la didattica ma, anche, quello di promuovere e diffondere gli studi e la conoscenza dell'Astronomia, pertanto, le scuole estive rappresentano, anche una modalità di divulgare la scienza. Per questo sono previste delle conferenze aperte alla cittadinanza che è invitata a partecipare.

Le attività della Scuola rientrano tra le attività della seconda edizione del Festival Calabrese dell'Astronomia, presentato nell'ambito degli interventi della Regione per la valorizzazione del sistema dei Beni Culturali per la qualificazione ed il rafforzamento dell'attuale offerta culturale presente in Calabria. Annualità 2018.
Contestualmente alla Scuola, si svolgerà lo Stage nazionale di preparazione alle Olimpiadi Internazionali di Astronomia, in programma a Colombo, Sri Lanka, 6-14, ottobre 2018. A rappresentare l'Italia ci saranno, tra gli altri, Altomonte Vittoria (Liceo Scientifico Euclide, Bova Marina), Labate Andrea (Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci", Reggio Calabria). Il programma completo degli interventi è pubblicato sul sito del Planetario provinciale Pythagoras (www.planetariumpythagoras.com).