Reggio Calabria
 

Sequestrata isola ecologia nel Reggino

I Carabinieri del Noe di Reggio Calabria, coadiuvati dai colleghi della stazione di Oppido Mamertina e con il coordinamento della procura della Repubblica di Palmi, hanno sequestrato la locale isola ecologica in quanto non conforme alle prescrizioni ambientali. Nel dettaglio, i militari hanno rilevato che i rifiuti raccolti all'interno dell'isola ecologica venivano abbancati senza rispettare le prescrizioni del Decreto ministeriale del 2008, abbandonandoli disordinatamente sul piazzale, miscelati tra loro ed esposti alle piogge, che potrebbero modificarne la qualita' e la riutilizzabilita', come nel caso della carta ed il cartone. Nell'ambito della stessa attivita', il controllo e' stato esteso ad un altro sito, poco distante, in via Piliere, delle dimensioni di circa 3.500 mq. e dove venivano eseguite le operazioni di trasferenza e stoccaggio dei rifiuti. Anche in quest'area si evidenziavano delle irregolarita' rispetto alla normativa ambientale. Infatti vi erano cumuli di rifiuti, tra cui Raee (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) depositati a contatto diretto con il terreno. L'amministratore della societa' che gestisce i due siti, originario di Oppido Mamertina, e' stato denunciato per illecita gestione di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e per mancanza di autorizzazione allo scarico delle acque reflue industriali. (Dire)