Reggio Calabria
 

Saviano: “Salvini davanti ai Pesce di Rosarno non disse niente contro la ‘ndrangheta”

SavianoFacebook"Salvini oggi è definibile 'ministro della malavita', espressione coniata da Gaetano Salvemini. Salvini è stato eletto in Calabria, durante un suo comizio a Rosarno tra le prime file c'erano uomini della famiglia Pesce, storica famiglia di 'ndrangheta, affiliati alla famiglia Bellocco, potentissima organizzazione di narcotrafficanti. E lui non ha detto niente, da codardo non ha detto niente contro la 'ndrangheta. Ha detto che Rosarno è conosciuta al mondo per la baraccopoli". Così lo scrittore Roberto Saviano su Facebook che sempre riferendosi al ministro dell'Interno aggiunge: "Non si ricorda dei legami tra la Lega Nord e la 'ndrangheta, del riciclaggio dei soldi, tramite mediazione di 'ndrangheta, della Lega Nord".